Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E’ morto Vincent Lambert, finito il suo calvario

VINCENT LAMBERT
HO / Courtesy of the Lambert Family / AFP
Condividi

Dopo l’interruzione dell’alimentazione il 42enne simbolo francese – e non solo – della battaglia contro l’eutanasia è tornato alla casa del Padre

È morto Vincent Lambert, l’uomo tetraplegico da oltre 10 anni a cui – per una decisione dei tribunali francesi – era stata tolta dal 3 luglio l’alimentazione e le cure che lo mantenevano in vita. La decisione è stata presa contro la volontà dei genitori e con una interpretazione fin troppo estensiva della legge: «Vincent Lambert non è in fin di vita – spiegava all’indomani della sentenza Jean Paillot, uno degli avvocati dei genitori dell’uomo –. Il semplice fatto di essere disabile giustifica l’arresto di cibo e idratazione? Sarebbe una discriminazione nei confronti delle persone con disabilità».

Leggi anche: L’agonia di Vincent Lambert: quando si cede alla cultura dello scarto

Anche l’ONU si era mobilitata, tramite la Convenzione per i diritti delle persone disabili, ed inizialmente la procedura di sedazione profonda che avrebbe portato alla morte di Lambert era stata scongiurata, ma la Cassazione ha deciso diversamente, e anche se tecnicamente ci sarebbero stati aspetti su cui controbattere, ormai le conseguenze – tragiche – si sono svolte interamente e Vincent è tornato alla casa del Padre, dove certamente non soffrirà più di fame o di sete.

La reazione della Santa Sede

“Abbiamo accolto con dolore la notizia della morte di Vincent Lambert. – dice il direttore “ad interim” della Sala Stampa Alessandro Gisotti – Preghiamo affinché il Signore lo accolga nella sua Casa ed esprimiamo vicinanza ai suoi cari e a quanti, fino all’ultimo, si sono impegnati ad assisterlo con amore e dedizione. Ricordiamo e ribadiamo quanto detto dal Santo Padre, intervenendo su questa dolorosa vicenda: Dio è l’unico padrone della vita dall’inizio alla fine naturale ed è nostro dovere custodirla sempre e non cedere alla cultura dello scarto”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.