Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconChiesa
line break icon

Questo cardinale filippino potrebbe un giorno diventare Papa. Per ora ci dice che stava per non diventare sacerdote...

CARDINAL LUIS ANTONIO TAGLE

Vandeville Eric | ABACA | EAST NEWS

Monika Burczaniuk - pubblicato il 29/06/19

Aleteia parla con il cardinale Tagle, leader ecclesiale a livello mondiale, di discernimento vocazionale e del fatto di trovare la volontà di Dio per la nostra vita

Il cardinale Luis Antonio Tagle è sempre più noto nella Chiesa a livello mondiale. L’arcivescovo 60enne di Manila è a volte proposto anche come futuro Papa.

Indipendentemente da quello che Dio ha progettato per il suo futuro, emerge chiaramente che il suo percorso è stato finora pieno di sorprese e di resa alla volontà divina.

Aleteia ha parlato con il cardinale Tagle sul Sinodo su giovani e vocazioni e sulla sfida che rappresenta il fatto di scoprire la volontà di Dio per noi.

Pensando al Sinodo il cui motto è stato “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, cosa vorrebbe dire ai giovani? Come possono discernere la loro vocazione?

Alcuni giovani pensano che una vocazione sia una sorta di segno miracoloso, una voce dal cielo o un fulmine. Non è così (ride). Probabilmente capita, ma molto raramente. È stato il caso di San Paolo e Mosè, ma non accade a persone ordinarie come noi. Dico sempre ai giovani che Dio opera nelle nostre condizioni umane. La vocazione di Dio è la Sua intenzione per noi. Ha creato ogni persona per uno scopo, e questo scopo è già in via di realizzazione. Dobbiamo solo scoprirlo. È molto facile (ride).

Davvero?

Bisogna guardare nel proprio cuore! Ci si deve conoscere, si devono conoscere i doni che abbiamo ricevuto, i propri talenti e interessi. Poi bisogna “ripulirsi” la mente e il cuore per rendersi conto che non si vive solo per se stessi, e allora saremo in grado di discernere come i nostri talenti possono servire gli altri. Questo è l’inizio del discernimento vocazionale. Tutti i nostri doni, interessi e talenti derivano da Dio; ce li ha dati Lui, decidendo che non sono esclusivamente per noi.

Viviamo in un’epoca in cui non è facile ascoltare la propria voce interiore, perché il mondo la mette a tacere…

Sì, è vero. Prima del Sinodo abbiamo sentito molti giovani dire che ci provano, ma le condizioni per l’ascolto non sono sempre appropriate, soprattutto al giorno d’oggi, in cui siamo collegati a tante cose: telefono, Internet, e-mail… Sono positivi, ma a volte attraverso queste connessioni siamo presenti in tutto il modo.

Siete in Europa, ma siete collegati a quello che sta accadendo in Australia, e anche se non cercate il rumore, tutte le possibilità di comunicazione possono crearlo. È per questo che abbiamo bisogno di un po’ di disciplina. Dico ai giovani che per rendere più significativi i loro rapporti con altre persone devono rimanere da soli di tanto in tanto.

Ciò non vuol dire tagliare i ponti con gli altri! La solitudine, la preghiera, la riflessione e anche il riposo sono il modo per conoscersi meglio e impegnarsi così in rapporti migliori con gli altri. Quando siamo preoccupati e costantemente di corsa, non riusciamo a notare le persone intorno a noi e i poveri che hanno bisogno di noi. A volte perfino in famiglia ogni membro è così assorbito dal mondo virtuale da perdere la connessione con gli altri. Il tempo per se stessi non è quindi un isolamento male interpretato. Significa migliorare la qualità dei propri rapporti con gli altri.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
cardinal luis taglediscernimentovocazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni