Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Chiesa

La Natività di San Giovanni Battista e i “Natali trimestrali” della Chiesa

THE BIRTH OF Saint John THE BAPTIST

Rogier van der Weyden | Wikipedia Public Domain

Tom Hoopes - pubblicato il 25/06/19

Avete mai pensato a quelle che vengono chiamate le 4 gioie del Natale o i 4 momenti in cui il Natale “invade” l'anno?

Natale è passato da sei mesi, e la Chiesa dice che è ora di un promemoria trimestrale del Bambin Gesù. Questa volta il promemoria arriva nella persona di Giovanni Battista, cugino di Gesù, la cui nascita viene celebrata il 24 giugno.

La Pasqua è così potente che dedichiamo ogni domenica alla Resurrezione, e quindi non dimentichiamo mai la nuova vita che Gesù ci ha donato.

Anche il Natale è potente – è la festa preferita dalla maggior parte delle persone –, e il calendario ecclesiale ci presenta notizie di qualche bambino ogni tre mesi, di modo da non dimenticare mai la magia del Natale.

Prima arriva la notizia della gravidanza di Maria.

Il 25 marzo, quando termina il primo quarto dell’anno, abbiamo la festa dell’Annunciazione e il primo annuncio del Natale.

“Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. Questi sarà grande e sarà chiamato Figlio dell’Altissimo, e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre. Egli regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine”.

È il riassunto della buona novella: Dio promette al suo popolo che sta arrivando, e dobbiamo prepararci a ricevere il nostro re. La Chiesa ricorda questa promessa del Natale ogni giorno nell’Angelus.

Tre mesi dopo c’è la nascita del cugino di Gesù, Giovanni.

Il 24 giugno, alla fine del secondo trimestre, abbiamo la nascita di Giovanni e un altro annuncio del Natale (in passato veniva celebrata il 25 giugno, ma poi il calendario è stato ricalibrato).

Zaccaria, padre di Giovanni, dice al piccolo: “E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo,

perché andrai davanti al Signore per preparare le sue vie”.

Per millenni, i religiosi hanno recitato le parole di Zaccaria nel Benedictus tutte le mattine, rendendo ogni alba un segno del Natale.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chiesanatalenativitasan giovanni battistavergine maria
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni