Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconStile di vita
line break icon

Pensate alla Pianificazione Familiare Naturale? Un medico risponde a 6 domande

PREGNANT FAMILY

Rob and Julia Campbell | Stocksy United

Grace Emily Stark - pubblicato il 24/06/19

Oggi la definizione “giustizia riproduttiva” significa spesso accesso al controllo delle nascite e ad aborto, sterilizzazione e perfino tecnologie riproduttive artificiali. Concorda sull’associazione del termine “giustizia” a queste terapie e procedure?

Penso che sia un termine sbagliato. Se facciamo un passo indietro e guardiamo alla natura della riproduzione a livello biologico, vediamo che perché ci sia naturalmente un bambino serve un atto intimo tra un uomo e una donna. È un atto sia unitivo che procreativo, che unisce la coppia sia nell’amore che nel piacere. Se guardiamo a questo attraverso la lente della vera giustizia, non riusciamo a separare l’aspetto biologico da quello emotivo, nel senso che se un uomo e una donna si impegnano in questo atto volontario devono accettarne le conseguenze naturali. Ciò non ci significa che ogni atto debba portare a un bambino, ma vuol dire che sarebbe ingiusto usare elementi come aborto o contraccezione per cercare di evitare l’aspetto procreativo di questo atto volontario e intimo. In breve, la definizione “giustizia riproduttiva” è stato usato in modo scorretto per giustificare atti ingiusti in sé, nel senso che distruggono un essere umano e/o infrangono l’atto intimo tra un uomo e una donna. Queste tecnologie e procedure distorcono l’atto sessuale, che in questo modo non è più un atto di vero amore e donazione di sé, ma usa il corpo e l’altro. E come possiamo dire che stiamo agendo in modo giusto nei confronti di un’altra persona quando di fatto la stiamo usando?

In che modo la PFN può aiutare a promuovere la vera “giustizia riproduttiva” nel campo dell’assistenza sanitaria?

La PFN è l’unico metodo di pianificazione familiare che coinvolge la coppia, e quindi richiede comunicazione e capacità decisionale sul fatto di compiere l’atto coniugale. In questo modo, i coniugi rispettano la dignità reciproca con un significato più profondo e pieno del sesso che evita l’uso del corpo altrui. La PFN permette anche alla donna di evitare gli effetti collaterali fisici dannosi della contraccezione ormonale. Una coppia che svolge attività sessuale sapendo che potrebbe portare a un bambino è meno probabile che pensi all’aborto, il che promuove una maggiore giustizia nei confronti del bambino non nato. Di converso, quando una coppia sceglie di astenersi durante i periodi fertili, esercita una maggiore responsabilità sulla sua capacità decisionale riproduttiva, mostrano in questo modo più giustizia verso il partner ed eventuali figli futuri.

Con la PFN, l’uomo è più coinvolto di quanto lo sarebbe se la donna usasse la contraccezione artificiale. Visto che l’intimità sessuale coinvolge due persone, la PFN è più giusta e rispettosa della dignità di una donna di qualsiasi situazione che getti tutte le responsabilità e i rischi della pianificazione familiare solo sulle spalle della donna stessa.




Leggi anche:
Una gravidanza che non arriva? Fatti aiutare dai metodi naturali

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
pianificazione familiare naturale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni