Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Vuoi accogliere Gesù nella tua vita, nutrirti del pane del cielo?

Shutterstock
Condividi

Un Dio che si fa pane per noi è davvero una meravigliosa, incredibile follia dell’Amore.

di Chiara Amirante

Gesù ci ha promesso di restare con noi tutti i giorni fino alla fine del mondo, ma di certo il fatto che il Signore della creazione decida di restare con noi e rendersi presente in un pezzo di pane è qualcosa di talmente incredibile che trascende ogni capacità di comprensione da parte del nostro limitato intelletto. Già un Dio che decide di diventare uomo è sufficientemente pazzesco, ma farsi addirittura pane?! Proprio questo momento fondamentale della vita di Gesù è il mistero dell’Eucaristia che festeggiamo in questa domenica. Giustamente tu potrai dire: «Certo, ma come faccio io a rivivere questo mistero grande della vita di Gesù?».

«Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: “Prendete, questo è il mio corpo”» (Marco 14,22). Sono parole dirompenti e se ci lasciamo davvero raggiungere in profondità da queste affermazioni di Gesù ci troviamo inesorabilmente dinanzi a quello stesso bivio che ha portato molti ad andarsene e alcuni a seguirlo. Perché un uomo che arriva a fare un’affermazione di questo tipo o è un pazzo o …è davvero Dio! Gesù non ci lascia alternative: o crediamo che lui è il Figlio di Dio oppure dobbiamo credere che fosse un uomo folle. Ma se crediamo che il Verbo di Dio si rende presente in un pezzo di pane non possiamo vivere questo mistero ineffabile con quella superficialità con cui troppo spesso ci accostiamo all’Eucarestia.

Gesù ti interpella in prima persona, ti chiede di prendere la tua decisione: vuoi andartene anche tu o vuoi credere che sono il Figlio di Dio, che sono il Pane disceso dal Cielo che ti dona la vita eterna?

Non si può essere cristiani a metà. Vuoi accoglierlo nella tua vita, nutrirti del pane del cielo? Vuoi accoglierlo senza mezze misure?

Puoi anche tu diventare come Maria: tabernacolo vivo della presenza di Gesù e restare in comunione profonda con Gesù per diventare dono dell’Amore di Dio per il mondo: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo!»

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CREDERE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni