Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le chiese cattoliche che offrono ai senzatetto un luogo in cui riposare

THE GUBBIO PROJECT
Condividi

Il Progetto Gubbio aiuta chi non ha una casa ad avere un posto sicuro in cui trascorrere qualche ora di calma

I quartieri Tenderloin di Mission di San Francisco (Stati Uniti) ospitano molti senzatetto. Il loro numero in quella zona è cresciuto molto dal 2004, raggiungendo cifre allarmanti nel 2008. È stato allora che Shelly Roder e padre Louis Vitale hanno avviato The Gubbio Project.

Il Progetto Gubbio viene realizzato nelle due parrocchie locali, San Bonifacio a Tenderloin e San Giovanni Evangelista nel distretto di Mission. Gli obiettivi dell’iniziativa sono tre: offrire ai senzatetto un luogo sicuro in cui poter riposare qualche ora, prendersi cura del benessere fisico, sociale, psicologico e spirituale degli ospiti senzatetto e coltivare un rapporto tra questi e la comunità.

Il progetto aiuta ad affrontare uno dei problemi sanitari più critici dei senzatetto: la privazione del sonno. Dalle 6.00, mentre si recita il Rosario in preparazione alla Messa mattutina, i senzatetto vengono accolti nei banchi di due terzi della chiesa, dove possono riposare per qualche ora. Nessuno pone domande o chiede nomi. Tutti sono i benvenuti.

Le chiese offrono coperte, calzini nuovi, kit igienici di base, cure per i piedi, servizi di cappellania, riferimenti a risorse esterne e perfino un servizio di fisioterapia. In quelle ore, i senzatetto possono dormire, pregare o solo sedersi e riposare un po’.

L’iniziativa rafforza davanti ai parrocchiani e alla comunità l’idea che il prossimo sono anche le persone che vivono in condizioni di estrema povertà. La comunità lavora per stabilire un legame tra i parrocchiani e i senzatetto, nello spirito di orientamento di Papa Benedetto XVI per il quale dobbiamo trattare i nostri fratelli e le nostre sorelle in un modo che ne riconosca la dignità umana.

Celebrare quotidianamente la Messa intorno ai senzatetto è un’esperienza piena di carità, e aiuta a ricordare ai più vulnerabili che non sono soli.

Il Progetto Gubbio porta il nome della città in cui secondo la leggenda San Francesco negoziò la pace tra i cittadini spaventati e un lupo. Il sito del progetto spiega:

“Francesco ha negoziato un accordo tra le due parti in conflitto, riconoscendo che con la comunicazione potrebbero trovare un terreno comune. Nei quartieri Tenderloin e Mission, a San Francisco, si convive da vicino con persone disperatamente povere, e a volte si verificano malintesi e conflitti. Il Progetto Gubbio è una risposta creativa a questa situazione, per aiutare i parrocchiani e chi visita la chiesa a collegarsi gli uni agli altri”.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.