Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStile di vita
line break icon

Provavo rabbia nei confronti di Dio... ed è così che è tornato ad attirarmi

Hernan Pinera CC

“Arise, my love, my beautiful one, and come away, for behold, the winter is past; the rain is over and gone." (Song of Solomon 2:10-11) Photo by Hernan Pinera

Luisa Restrepo - pubblicato il 17/06/19

Quello che credevo mi avrebbe concesso non rientrava nei suoi progetti, e non ho potuto evitare di chiudermi a Lui

Ho avuto una conversazione sincera con Lui per la prima volta nell’arco di settimane. Mi sono seduta in fondo alla cappella e l’ho guardato con risentimento. Non avevo parole per Lui per pura testardaggine, per orgoglio. La mia tristezza non mi permetteva di vederlo. Sono rimasta in cappella dieci minuti prima di dirgli che avevo finito.

Ho accumulato rabbia nei confronti di Dio per mesi. Ho confidato nel Signore e non ho ottenuto il risultato positivo che mi aspettavo. Mi sono sentita tradita e ferita dal Signore quando ho saputo che quello che credevo mi avrebbe concesso non rientrava nei suoi progetti.

Ma se Egli vuole il meglio per me, se Egli è l’amore perfetto, perché ero in collera con Lui?

Shutterstock / Astrostar

Quando si ha un rapporto personale con qualcuno, è ovvio che ci siano momenti di rabbia e risentimento che allontanano un po’ da quella persona, ma a volte si crede erroneamente che nel rapporto personale con Cristo non ci sia dolore.

Se guardiamo la nostra umanità, ci rendiamo conto che siamo facilmente feriti dalla sfiducia in Dio quando mettiamo in discussione la sua autorità o il suo agire nella nostra vita.

Sappiamo che è un dolore autoinflitto (spesso non intenzionale) quello che proviamo separandoci dall’essenziale, da quello che sappiamo che ci dà la pace, ma ci arrabbiamo come se fosse colpa sua e continuiamo ad allontanarci da Lui.

Apertura e onestà

So per certo che il periodo in cui ho provato ira avrebbe potuto essere molto più breve se fossi stata autentica nella mia preghiera.

Non affrontavo direttamente le mie emozioni, perché pensavo che non fosse giusto provare rabbia nei Suoi confronti. Non mi sono aperta abbastanza, mi sono convinta che fosse qualcosa che dovevo sistemare prima di portarlo a Dio.

Quando Dio però dice che ci vuole interamente, vuole davvero TUTTO. Vuole che accorriamo a Lui con i nostri desideri, le nostre emozioni, i nostri pensieri e i nostri sentimenti, siano essi positivi o negativi.

Nascondendo le nostre emozioni per vendetta o per desiderio di controllo, diventiamo figli passivi e dimentichiamo chi ci ama.

È esattamente questo che il male vuole in noi: allontanarci dalla fiducia nella capacità di Dio di intervenire in ogni situazione della nostra vita.

Siate reali. Andate davanti a Dio e ditegli come vi sentite. Non tenete niente per voi, affidate tutto alla sua Croce. È un Dio di amore e perdono, lento all’ira e ricco di bontà.

Quando vi aprite, Egli desidera aprirsi ancor di più effondendo il suo amore in tutte le direzioni. Non vi rifiuterà, ma vi dimostrerà il Suo amore.

Lasciarsi aiutare

Quando si attraversa un periodo di rabbia, è fondamentale avere qualcuno con cui parlare, soprattutto se risulta difficile essere completamente aperti con il Signore.

Jérémie Lusseau / Hans Lucas via AFP

Un assistente spirituale può essere qualsiasi persona a cui si possa ricorrere come guida nella fede e nel rapporto con Cristo. Un assistente offre l’opportunità di processare il proprio cammino ricevendo al contempo orientamento per avanzare nella propria amicizia con Dio.

Non arrendersi

È molto facile dire che non vale la pena di lottare quando ci si sente feriti e traditi, ma il Signore non si allontana facilmente come noi. Continua a lottare, a cercarci e a bussare alla porta del nostro cuore.

Non ci obbligherà tuttavia a guarirci senza il nostro consenso. Anche noi dobbiamo continuare a lavorare per aprirci, per spezzare il nostro silenzio e ricorrere a Lui in mezzo alla tempesta.

Non scoraggiatevi: ogni sforzo, per piccolo che sia, si moltiplica. E allora combattete la buona battaglia. Vale la pena.

ROSARY
Fred de Noyelle | GoDong

Con l’aiuto dei miei amici, l’autenticità nella preghiera e l’impulso ad andare avanti sarò finalmente aperta e in pace.

Ha richiesto molto lavoro, tempo e sacrificio, ma è stato come se alla fine mi fossi riunita a un vecchio amico, a qualcuno che in realtà non se ne era mai andato.

Prego perché vi capiti un periodo di rabbia che anziché farvi allontanare rafforzi il vostro rapporto con il Signore com’è accaduto a me.

Lasciate che vi ami, anche se non lo volete. Non permettete che la vostra ira getti radici e diventi un frutto cattivo. Seminate sempre la ricerca, la gratitudine e lo stupore.

Ecco qualche salmo che potete recitare con il cuore quando non vi vengono le parole:

Salmo 22 – Richiesta di liberazione dalla sofferenza

Salmo 25 – Preghiera per avere una guida

Salmo 26 – Richiesta di giustizia e dichiarazione di rettitudine

Salmo 37 – Esortazione alla pazienza e alla fiducia

Salmo 38 – Supplica di guarigione di un penitente

Salmo 42 – Desiderio di Dio e del suo aiuto nell’angoscia

Salmo 43 – Preghiera a Dio nei momenti difficili

Salmo 61 – Garanzia della protezione di Dio

Salmo 62 – Canto della fiducia in Dio

Salmo 69 – Preghiera per la liberazione

Salmo 77 – Ricordo delle opere potenti di Dio

Salmo 88 – Preghiera di aiuto quando si è scoraggiati

Salmo 102 – Preghiera al Re Eterno per ottenere aiuto

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
diorabbia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni