Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Il francescano che in 99 anni di vita ha conosciuto personalmente 6 santi

Frei Giuseppe Ungaro
Condividi

È morto a maggio dicendo che aveva già 100 anni, perché contava anche i 9 mesi di gestazione

Fra’ Giuseppe Ungaro, francescano italiano di 99 anni, ha ricevuto nel 2018 il Sigillo della Città di Padova come riconoscimento del fatto di aver dedicato la sua vita al bene del prossimo.

Nel corso della sua vita, fra’ Giuseppe ha conosciuto personalmente ben 6 santi:

  • I Papi San Giovanni XXIII, San Paolo VI e San Giovanni Paolo II, che hanno visitato la Basilica di Sant’Antonio a Padova, della quale fra’ Giuseppe è stato decano per 47 anni;
  • San Leopoldo Mandic: il santo cappuccino di origine croata venne descritto da fra’ Giuseppe come “un uomo di grande umiltà, sensibilità nei confronti degli altri e profonda saggezza”;
  • San Massimiliano Kolbe: il martire del nazismo tedesco, assassinato nel campo di concentramento di Auschwitz, era anche lui francescano, il che ha permesso a fra’ Giuseppe di incontrarlo in varie occasioni;
  • Padre Pio da Pietrelcina: il frate ha conosciuto il santo cappuccino durante la II Guerra Mondiale, quando era parroco a Sabaudia.

E lo stesso fra’ Giuseppe, non era magari santo anche lui?

Sicuramente si sforzava molto: continuava ad alzarsi alle 3.30 del mattino per pregare e adorare il Santissimo Sacramento, poi celebrava la Santa Messa e visitava le famiglie bisognose di aiuto e sostegno spirituale e umano.

Il frate francescano ha lasciato questa vita il 22 maggio scorso, cinque giorni prima di compiere 100 anni. Secondo un suo confratello, fra’ Mario Conte, fra’ Giuseppe dichiarava però di avere già cent’anni, perché contava anche i 9 mesi vissuti nel grembo materno.

Riposa in pace, fra’ Giuseppe!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni