Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 05 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Arriva la Pentecoste, finisce la Pasqua. Le cose possono cambiare?

Sailing boat

By Pavel Nesvadba | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 10/06/19

Non voglio smettere di lottare. La mia debolezza può rendersi forte mediante lo Spirito. Quel Dio che viene da me e mi calma dentro. Pone fine alla forza del mio peccato. Perché le mie debolezze mi costano tanto… e mi fanno sentire incapace di continuare a lottare. Il suo Spirito venga su di me.

Mi appassiona questo periodo pasquale in cui Dio rende facile ciò che è difficile. Pone fine alle mie paure. Riesce a farmi sognare paradisi prima irraggiungibili. Compio miracoli con le mie mani, e le mie parole hanno una forza che non è la sua, viene dall’alto. Ho bisogno di uno Spirito che guarisca le mie malattie:

“Irriga la terra arida, guarisci il cuore malato, lava le macchie, infondi calore di vita nel ghiaccio, doma lo spirito indomito, guida chi sbaglia strada”.

Mi piace la Pentecoste che trasforma il cenacolo in luogo di misericordia. Tutti sono ascoltati, accolti, perdonati. Tutti possono intraprendere un nuovo cammino con la forza dello Spirito. Possono raddrizzare la loro vita. Rifarsi una vita.

La Pentecoste mi appassiona perché spezza le catene che mi schiavizzano, e pone fine ai limiti che mi impediscono di vivere con un cuore grande.

Lo Spirito è la lingua di fuoco, la colomba che si posa su di me, il torrente d’acqua che cambia la mia anima. Credo nei cambiamenti che può operare in me lo Spirito Santo?


CHIARA AMIRANTE

Leggi anche:
Chiara Amirante: vi racconto la mia Pentecoste!

Gesù infonde lo Spirito nei suoi, e la prima cosa che chiede loro è di perdonare i peccati: “A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno ritenuti”.

Trasforma chi ama in fonte di misericordia. Non è così evidente. È la prima cosa. Rapportarsi alla misericordia di Dio.

Perdonino i miei peccati. Che io impari a perdonare gli altri. Voglio perdonare ed essere perdonato. Come voglio amare ed essere amato. È lo stesso. Un amore misericordioso è quello che desidero nella vita. Per poterlo donare, imploro lo Spirito Santo di rinnovare la faccia della Terra, il mio volto, la mia anima malata.

  • 1
  • 2
Tags:
pentecostespirito santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni