Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il tesoro cattolico all’interno della biblioteca più grande del mondo

BIBLE
Adriana Bello-ALETEIA
Condividi

Due grandi Bibbie che mostrano la diffusione del sapere al di là dell'aspetto religioso e si possono visionare senza pagare il biglietto d'ingresso

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Se vi recate nella capitale degli Stati Uniti, Washington D.C., non potete non visitare la biblioteca del Congresso, una struttura spettacolare del 1800 attualmente considerata la biblioteca più grande del mondo per gli oltre 160 milioni di esemplari che ospita.

Non è solo una questione di quantità, ma anche del tipo di libri che vi si trovano. Tra i più importanti c’è una delle uniche tre copie complete della Bibbia stampata da Johannes Gutenberg su una fine pergamena di pelle, che ogni visitatore può apprezzare gratuitamente e da vicino.

L’importanza di questa Bibbia va al di là dell’aspetto religioso, perché si tratta di un capolavoro della cultura mondiale. La Bibbia di Gutenberg (un’edizione della Vulgata, ovvero una traduzione in latino realizzata da San Girolamo alla fine del IV secolo), è stata il primo grande libro stampato in Europa Occidentale con i caratteri metallici mobili.

Non si conosce la data esatta (si parla del periodo intorno al 1450) né il numero di esemplari, e non è stata nemmeno la prima “stampata” al mondo come si è detto per molto tempo visto che in Asia si stava già lavorando al riguardo, ma è stato lo strumento che ha trasformato la diffusione del sapere in Europa e in Occidente in generale, permettendo che più persone avessero accesso (e diritto di proprietà) a libri di ogni tipo, contribuendo così all’emancipazione della mente umana.

Anticamente i monaci erano incaricati di realizzare copie a mano degli scritti, e quindi anche se la Bibbia di Gutenberg ha richiesto anni per essere compilata interamente, si sa che se ne fecero più di 150 esemplari, cosa che forse oggi sembra niente ma all’epoca era un grande risultato.

Un altro aspetto importante da sottolineare è che Gutenberg non solo impresse la Bibbia su pergamena (all’epoca il materiale più ricorrente ma anche molto caro e poco pratico, a meno che non si volessero assassinare tutte le pecore del mondo), ma anche su carta (coincidendo con l’arrivo di questo materiale in Germania), facilitando ancor di più la riproduzione di testi.

Oltre al fattore storico e culturale, nella sua opera c’era un notevole valore estetico. Non si pensava che un libro stampato potesse essere bello quanto uno artigianale, e allora Gutenberg lasciò un foro nelle placche di stampa per le iniziali, realizzate e ornate a mano con colore, e altri dettagli, e quindi ogni esemplare era unico.

La copia nella biblioteca del Congresso di Washington D.C. è stata nelle mani dell’Ordine Benedettino per quasi cinque secoli, custodita nei suoi monasteri in Austria. In seguito è stata acquistata dal dottor Otto Vollbehr in un atto del Congresso nel 1930.

Le altre due copie complete in pergamena esistenti al mondo si trovano nella Biblioteca Nazionale Francese e in Inghilterra.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.