Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
Santi Gioacchino e Anna
home iconStorie
line break icon

Due ragazze a piedi da Parigi a Gerusalemme: “Dio ci ha fatto fare questo cammino”

ADVENTURE

Kristen Curette Hines | Stocksy United

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 07/06/19

Questa è la storia di Guillemette e Camille. Che hanno percorso 5000 chilometri in 249 giorni. E ora la vocazione?

Guillemette e Camille, due ragazze francesi hanno camminato più di 7 mesi, da Parigi a Gerusalemme, per un pellegrinaggio alla ricerca di Dio cominciato il 10 settembre 2018. «E’ stata una scelta ragionata. (…) Volevamo spogliarci di tutto per rimetterci unicamente alla volontà di Dio, perché è Lui che ha fatto questo cammino», dicono a Vatican News (7 giugno), che ha raccontato la loro storia.

L’amico prete

L’idea di questo pellegrinaggio a piedi era tornata a galla grazie a un prete, Don Louis Hervé Guiny. Lunedì 10 settembre 2018, 8.00 del mattino. Chiedono al loro amico prete, che ha accompagnato spiritualmente l’iniziativa, di celebrare una Messa per la loro partenza. Ci sono le famiglie, le tre sorelle di Camille e quattro dei dieci fratelli di Guillemette. Alla fine della Messa, sotto lo sguardo commosso e un po’ preoccupato dei familiari, si parte.




Leggi anche:
Voglia di vivere e spiritualità per combattere il cancro. Il viaggio in scooter di Giovanni Parolo in Mongolia

Il letto di Pierre

Il percorso, compiuto senza neanche un euro in tasca, ha portato alla scoperta di sé e degli altri grazie agli incontri inaspettati con tanta gente. «Siamo rimaste sorprese – raccontano – dalla straordinaria bontà di queste persone che a volte si nasconde in fondo al cuore e deve solo trovare una strada per uscire».

Particolarmente eloquente il legame instaurato con Pierre, un serbo di 80 anniSua figlia Slavica conosce qualche parola di inglese e basta per capirsi e perché Pierre accetti di ospitare le due ragazze. «Ci ha offerto un letto singolo», spiega Camille. «L’indomani al risveglio– prosegue –ci siamo accorte che aveva dormito sul divano e ci aveva lasciato il suo letto. Non so se io sarei stata capace di fare la stessa cosa».

FEMME MARCHANT
© Shutterstock

248 notti

Nelle loro 248 notti di pellegrinaggio, le due ragazze non restano mai senza un tetto trovando accoglienza nelle chiese cattoliche, in quelle ortodosse. Anche nei villaggi musulmani trovano accoglienza. E’ quasi sempre alla porta del capo del villaggio che bussano per prima, che in seguito ospitano le ragazze o che si occupano di trovare vitto e alloggio per loro a casa di qualche altro membro della comunità.




Leggi anche:
Pianifica il Cammino di Sant’Antonio: 430 chilometri a piedi per ringraziare il santo

5000 chilometri a piedi

Hanno attraversato Francia, Italia, Svizzera, Serbia, Bulgaria, Grecia e Turchia. Per questioni di sicurezza hanno dovuto prendere un aereo per superare la Siria atterrando a Tel Aviv. Il loro obiettivo era di arrivare a Gerusalemme da Est. E per farlo hanno girato intorno alla città passando per Betlemme. Sono giunte alla meta il 19 aprile 2019, dopo aver percorso 5.000 chilometri a piedi.

Tom Hall CC
ARTHURS POINT,NEW ZEALAND: A woman admires the view from Arthurs Point. This area gives access to the moonlight track, a long walking/running track which leads to Ben Lomond and Moke Lake."How beautiful on the mountains are the feet of those who bring good news, who proclaim peace, who bring good tidings, who proclaim salvation, who say to Zion, "Your God reigns!" Isaiah 52:7

Vocazione?

Le due protagoniste della storia, al momento dell’intervista, non avevano ancora pensato a che cosa avrebbero fatto al ritorno a Parigi. Hanno ripetuto di essersi affidate alla Provvidenza e hanno assicurato di voler continuare a coltivare questa prossimità con Dio nella loro vita quotidiana. Il pellegrinaggio avrà suscitato loro una vocazione? Guillemette e Camille non escludono nulla.




Leggi anche:
7 frutti straordinari che si raccolgono sul Cammino di Santiago

Tags:
pellegrinaggiospiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni