Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconStile di vita
line break icon

Le critiche ti spaventano? Nascondono un grande beneficio!

Pressmaster - Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 06/06/19

La buona fama non mi aiuta, e invece i sospetti e le critiche, curiosamente, mi rendono più forte

Mi sorprende il potere che ha il sospetto. Dubito di una persona, giudico dentro di me. Interpreto i suoi sguardi, i suoi silenzi, le sue parole.

E non solo interpreto i fatti in base alla loro apparenza, ma vado oltre, creando teorie ed emettendo giudizi. Traggo conclusioni. Non taccio.

Il sospetto si estende come la nebbia, come le acque del fiume che straripa. Le mie parole creano realtà, e il sospetto diventa forte.

Diffido di quella persona per quello che fa, per quello che dice. Io stesso posso essere oggetto di sospetti. O far sì che altri cadano con i miei giudizi emessi a voce alta.

Penso a Gesù, che chiamavano mangione e beone perché mangiava con prostitute e peccatori. Egli stesso era oggetto di sospetto.




Leggi anche:
Chi vuole crescere non ha tempo per criticare

Voglio mantenere integra la mia fama. E non è possibile, per quanto ci provi. Gesù è passato facendo il bene. Per quale delle sue opere buone è stato condannato? Per nessuna. Lo hanno condannato a morte perché sospettavano di lui.

Era ritenuto un possibile rivoluzionario. Con le sue azioni poteva porre fine al potere romano. Con le sue parole metteva in dubbio la sicurezza dei farisei.

A volte sono ferito. Perché non sono stato amato. O perché mi hanno amato male. E tendo a giudicare chi non mi ama come vorrei.

Espongo i miei sospetti e i miei dubbi. Creo una fama ad altre persone, in modo meritato o meno. Non importa. Una volta versata l’acqua è difficile raccoglierla.

Le voci corrono come piume portate dal vento. A volte posso essere nel giusto. Il mio giudizio, la mia interpretazione è stata quella corretta. Altre volte posso sbagliare.

Ma non vado dalla persona di cui sospetto per dirglielo, per aiutarla. Lo dico ad altri. Creo un’opinione. Pongo fine alla sua fama.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
critica
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni