Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il 4 luglio in udienza dal Papa il Presidente russo Putin

Pope Francis Putin
Sergey Guneev / RIA Novosti / Sputnik / AFP
2640102 06/10/2015 Russian President Vladimir Putin, left, and Pope Francis at their meeting in Vatican City, June 10, 2015. Sergey Guneev/RIA Novosti
Condividi

Papa Francesco riceverà in udienza in Vaticano, il prossimo 4 luglio, il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin.

Papa Francesco riceverà in udienza, il prossimo 4 luglio, il Presidente della Federazione russa. È il terzo incontro tra il Pontefice e Putin. Il primo risale al 25 novembre 2013. Il secondo incontro si è svolto il 10 giugno del 2015.

Il primo incontro

Nel 2013, al colloquio privato di 35 minuti è seguito il tradizionale scambio di doni.  Il Pontefice ha regalato a Putin una formella di mosaico raffigurante i giardini vaticani, mentre a Papa Francesco è stata donata una copia dell’icona della Madonna di Vladimir molto venerata in Russia. Al centro dell’incontro la crisi siriana. Il Papa, in quell’occasione, ha sottolineando l’urgenza di far cessare le violenze» e di «favorire iniziative concrete per una soluzione pacifica del conflitto.

Il secondo incontro

Nel 2015 il colloquio privato, nella Biblioteca del Palazzo Apostolico, è durato circa 50 minuti. Poi ha avuto luogo la presentazione del seguito e lo scambio dei doni. Il presidente Putin ha donato al Papa una rappresentazione in ricamo della Chiesa di Gesù Salvatore. Il Pontefice ha donato il medaglione dell’artista Guido Veroi che rappresenta l’angelo della pace e invita alla costruzione di un mondo di solidarietà e di pace fondato sulla giustizia, e una copia della Esortazione apostolica Evangelii Gaudium. Il colloquio – si legge nella nota diffusa in quell’occasione dalla Sala Stampa della Santa Sede – è stato dedicato principalmente al conflitto in Ucraina e alla situazione in Medio Oriente. Sulla situazione in Ucraina, il Santo Padre ha affermato che occorre impegnarsi in un sincero e grande sforzo per realizzare la pace. Per quanto riguarda Medio Oriente, Siria e Iraq, “è stato sostanzialmente confermato quanto già condiviso circa l’urgenza di perseguire la pace con l’interessamento concreto della comunità internazionale, assicurando nel frattempo le condizioni necessarie per la vita di tutte le componenti della società, comprese le minoranze religiose e in particolare i cristiani”.

Incontro con Papa Benedetto XVI

Nel 2007 Papa Benedetto XVI ha ricevuto in udienza il presidente russo Vladimir Putin. I colloqui – si legge nella nota diffusa allora dalla Sala Stampa – si sono svolti “in un clima molto positivo”. “Hanno permesso di rilevare i cordiali rapporti esistenti fra la Santa Sede e la Federazione Russa, nonché la volontà reciproca di svilupparli ulteriormente, anche con specifiche iniziative di carattere culturale. In questo quadro sono stati esaminati alcuni temi bilaterali di comune interesse, attinenti anche alle relazioni fra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Ortodossa, e sono state analizzate le questioni internazionali di attualità, in particolare quelle del Medio Oriente. Non si è mancato, infine, di prestare attenzione ai problemi dell’estremismo e dell’intolleranza, che costituiscono gravi minacce alla convivenza civile fra le Nazioni, sottolineando la necessità di preservare la pace e di favorire una risoluzione negoziata e pacifica dei conflitti”.

Qui l’originale di Vatican News

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.