Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Agosto |
Sant'Alfonso Maria de' Liguori
home iconFor Her
line break icon

Milano, Monastero Wi-Fi: l’omelia di Don Antonello Iapicca e quello che ci aspetta

MONASTERO WIFI MI

Aleteia For Her

Le organizzatrici dell'edizione milanese del Monastero Wi-Fi, tra cui Raffaella Frullone, con Costanza Miriano

Costanza Miriano - Il blog di Costanza Miriano - pubblicato il 04/06/19

Quest’anno mi ritorna tantissimo una cosa che mi ha aiutato tanto. Quando il Signore dice a Pietro, che non aveva ascoltato per niente questo che stava dicendo (questo discorso della cena) e poco dopo Pietro dice “io con te, fino alla morte, io farò tutto per te”. Sono le parole del consenso matrimoniale. E Gesù dice “tu mi tradirai”, ma adesso eh! E stavo pensando proprio al matrimonio. Costanza se ti avessero detto, che tuo marito, la sera prima di sposarti, se tu avessi avuto la certezza matematica che nello stesso banchetto e poi il primo giorno di viaggio di nozze, poi dopo il terzo, tuo marito ti tradisce tre volte. Non quando ti sei sposata che ancora diciamo non eri così vicino al Signore. Ma adesso. Che faresti? (Io lo sgozzerei, ho risposto, ndr). Gesù invece ha dato la sua vita per questa sposa. Glielo ha detto “io mi vado a sposare con te, cioè vado a dare la vita per te, che mi vai a tradire e ti troverò a letto con un altro, con un’altra e do la mia vita per te”. E allora certo che qui le femminucce possono dire, anche gli uomini, nello spirito, allora sì che possiamo dire “sei l’unico”. Perché? Perché nessuno di noi oggi ce la fa ad amare così. Sì magari adesso che sta dentro questo WiFi di Spirito Santo ce la farebbe a dirlo, magari sì, magari no, ma poi dopo prende la macchina, qualcuno gliela striscia, e tutto l’effetto Spirito Santo passa. Però la verità profonda, profonda è che le cose sono andate così e che vanno così ogni giorno. Allora c’è un capovolgimento totale in questa mia vita. Lo dico sinceramente: non sarei prete, questa è la mia vita, è un capovolgimento totale. Il vangelo non sta dicendo, e noi subito “allora mi devo attaccare al Signore”…certamente, è tutto vero. Ma sta dicendo qualcosa di più profondo, molto prima di quello che IO farò. C’è qualcosa di diverso, che tu ed io l’unica cosa che abbiamo saputo fare, ma davvero bene è peccare, quello proprio siamo espertissimi. Su quello possiamo scrivere dei libri dettagliatissimi, senza troppa fantasia perché sette sono, però… In tutte le latitudini, tutte le culture che io ho conosciuto in cui io ho confessato, sinceramente non ho trovato peccati nuovi. Gli stessi che c’ho io. Eppure la cosa grande è che nel momento in cui tu ti stai allontanando, nel momento in cui tu hai tagliato con lui, nel momento in cui tu gli hai piantato la lancia nel cuore, Lui ha dato la vita per te. Allora questo ti fa stramazzare al suolo e allora non c’è niente da dire e allora la tua vita cambia completamente. Questa è l’unica esperienza vera, che non ha niente a che vedere con nessun’altra religione, non c’entra proprio nulla. Niente. Non c’entra nulla. Questo è Dio. Quando dice “la sapienza della croce è stoltezza per i greci e scandalo per i giudei”, cioè per tutti, sta dicendo questo: che ama i peccatori, che ti ama così come sei. Ma se hai questa esperienza vera, diventa una cosa che la governa lui, già la porta lui e vivrai così. E allora come posso stare senza questo amore? Veramente stare connesso con lui 24 ore su 24, stai lì con lui tutti i momenti, tutto con lui. Ma deve esserci questa esperienza. Se non c’è questa esperienza fai tanto, fai tanto, fai tanto…..poi quando le cose non vanno come dici tu “ah beh!”, gli passi il conto, come fai sempre col marito. “Signore, e adesso? Questo figlio mio non lo guarisci? E adesso a questo figlio mio non gli fai avere un posticino, a mio marito non gli cambi sto caratterino che col tempo che passa peggiora? E perché questa malattia? E perché questo dolore? E perché mi hanno rubato i soldi? E perché questa ingiustizia?” Ma se tu sai chi sei, se io so chi sono veramente come Pietro e piango, e mentre piango incontro lo sguardo di Cristo e quando viene Cristo sulle sponde del mare, come stavo io ieri mattina, ed ecco lo sposo che va dalla sposa che stava a letto con un altro e gli dice “mi ami tu? ” che così ha fatto il Signore, a un traditore gli ha detto “mi ami tu? ” tre volte. Ecco. Se hai questa esperienza, queste parole distruggono il tuo peccato, lo distruggono nel profondo del tuo cuore e ti danno un’altra vita. Perché chi conosce questo amore impazzisce di amore. Chi conosce questo amore vero, che non c’ha nessuno, né tuo padre, né tua madre, né il prete più fico di questo mondo, non ce l’ha nessuno questo amore qui. Non ce lo avrà mai tuo marito, non ce lo avrà mai tua moglie. Questo amore infinito che ti abbraccia sempre, sempre, sempre. Questo ti fa impazzire, ti fa innamorare come un pazzo e allora cominci a fare come quando uno si innamora veramente e allora fai tutte le follie di questo mondo: ti fai prete, suora, vai in missione, puoi aprirti alla vita, non hai soldi, non importa, il Signore mi aiuterà. Di tutto e di più, perdonerai quello che ti ha rubato i soldi. Vai al lavoro contento. Se ti fanno mobbing “Signore ma io quanto mobbing ti ho fatto e tu mi hai amato infinitamente, grazie di questo mobbing”. E quel mobbing fatto a te salva tutta la banda e la fabrichètta. Qui siamo sette, ottocento, ma attaccati a ognuno, attaccati a te ce ne stanno cinquemila. Che devi fare? Innamorarti di Cristo. Perché Lui ti ama e ti dice “bellissima sei, sei bellissima”. Il pungiglione della morte è il peccato, è la legge, cioè che cos’é la legge? Quello che ti dice che tu non sei bella. Che devi essere insoddisfatta di te e se la prende con le rughe, e metti la crema del mar Morto, e non esce niente, invece continuano. E ti cominci a disprezzare, sempre peggio qua. Così è la legge. Ma Cristo ha vinto la morte, Cristo ha compiuto la legge, quando? Così come sei. Allora tu un giorno, forse oggi, comincerai a scrivere come nel Cantico dei Cantici, allora potrai rispondere a tuo figlio, potrai rispondere al portiere, potrai rispondere al collega di lavoro: “Ma cos’ha di tanto bello il tuo amato? Perché tu sei felice? Perché tu c’hai una metastasi e sei in pace e sei felice?” Perché questo è un cristiano. “Perché stai con questa ingiustizia da trent’anni che tuo fratello ti ha rubato quei trenta euro, quei 13 cm della casa di tuo nonno e sono trent’anni che io non ci parlo e tu per molto e molto di più continui a stare a parlare, a invitare i tuoi fratelli e i tuoi parenti serpenti dentro casa, come è possibile? Che c’hai di più il tuo Sposo?” E tu comincerai a dire: “l’amato mio è bianco e vermiglio”, e gli dirai perché bianco e vermiglio, cioè farai la dichiarazione d’amore più bella. Questo è l’annuncio del Vangelo! Tu potrai dire mi ha amato, mi ha amato il 12 febbraio, che avevo fatto questo peccato terribile dovevo essere fulminato, mi ha amato. Mi ha perdonato. Ho perdonato mio marito, ho perdonato mia moglie. Il mio matrimonio è più bello oggi di trent’anni anni fa. “Ne hanno fatte, uuuh quante me ne hanno fatte”. Felice. Come io posso dire oggi dopo quasi 25 anni di prete, tutta la vita meglio oggi che quando sono stato ordinato. Sinceramente. Perché in questi anni mi ha amato. Mi continua ad amare e non so perché, solo perché è Dio. Allora coraggio. Io vi faccio gli auguri di nuovo. Faccio una profezia. Tu chiedi questo, tu oggi in questa giornata chiedi: Signore, che io possa avere il cuore trafitto dal tuo amore, basta un istante per gustare il suo amore. Madre Teresa l’ha gustato quando era giovanissima, poi per 40 anni non ha sentito nulla e ha dato la vita per i poveri, ne ha fatta una meraviglia, eppure non sentiva niente, niente da parte del Signore. Niente, come tuo marito che non ti parla, ma molto peggio, molto peggio. Ha dato la vita per te, il Signore ti ha dato un bacio, ti ama. E noi possiamo avere questo bacio da parte del Signore, sentirci amati così come siamo, perdonati, rigenerati. Saremo trasformati e trasformeremo Milano, e l’Italia.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO SUL BLOG DI COSTANZA MIRIANO

  • 1
  • 2
Tags:
catechesimonastero wi fi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni