Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E adesso spuntano pure gli hacker satanisti: indaga la Polizia Postale

SATAN
PIXABAY
Condividi

Hackerato con frasi e immagini sataniche il sito di una parrocchia di Como. La denuncia del prete

«Non avete nemmeno l’idea di cosa vi aspetta e di tutte le energie negative che cadranno su di voi». Un inquietante episodio si è verificato nei giorni scorsi a Como, dove veri e propri hacker satanisti hanno attaccato il sito della parrocchia di Sant’Agata. Attualmente sono in corso indagini da parte della Polizia Postale.

Screenshot - Parrocchia Sant Agata Como

“Satanisti spirituali”

Gli hacker, infatti hanno preso possesso del sito, oscurandolo completamente e pubblicando, come se fosse l’homepage, un testo con esplicite minacce ai fedeli cristiani. Il gruppo, che si definisce di «satanisti spirituali» e precisa «stiamo vincendo su di voi su tutti i fronti».

“Ave Satana”

Il Corriere di Como (8 maggio), che per primo ha riportato la notizia, poi diffusa nei giorni successivi da altri organi di stampa, scrive che, digitando su Google la stringa «parrocchia Sant’Agata Como», appariva in alto, come primo indirizzo, un inquietante «Ave satana», cliccando sul quale si veniva comunque dirottati sul sito giusto. E poi, sotto l’invocazione, due righe di un versetto luciferino.

Nessun danno al sito della parrocchia, a essere stata inquinata è stata quindi l’intestazione sul motore di ricerca. L’attacco è stato poi neutralizzato e la stessa intestazione sistemata e corretta. Attualmente il sito è off line.  (www.cdt.ch, 9 maggio).

“Due volte in un mese”

Ai microfoni di Espansione Tv (13 maggio) si è espresso così il parroco di Sant’Agata, don Daniele Maola: «È la seconda volta in un mese che accade. Ora andremo sino in fondo. Abbiamo deciso di sporgere denuncia alla polizia postale perché questi episodi sono inquietanti e disturbanti».

Leggi anche: Satanismo: ci sono sette registrate in Camera di Commercio. Lo consente la legge italiana

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.