Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconSpiritualità
line break icon

Avere fede aiuta a capire sempre tutto? No, ma ti dice come devi affrontare ciò che stai vivendo!

J.B. Hill CC

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 30/05/19

Io non capisco perché mi è successa questa cosa, perché soffro, perché devo vivere questa situazione, ma il Signore mi ha detto che quello che mi sta capitando non sarà l’ultima parola sulla mia vita.

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Un poco e non mi vedrete più; un poco ancora e mi vedrete».
Allora alcuni dei suoi discepoli dissero tra loro: «Che cos’è questo che ci dice: “Un poco e non mi vedrete; un poco ancora e mi vedrete”, e: “Io me ne vado al Padre”?». Dicevano perciò: «Che cos’è questo “un poco”, di cui parla? Non comprendiamo quello che vuol dire».
Gesù capì che volevano interrogarlo e disse loro: «State indagando tra voi perché ho detto: “Un poco e non mi vedrete; un poco ancora e mi vedrete”? In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia». (Gv 16, 16-20)

“Gesù capì che volevano interrogarlo e disse loro: «Andate indagando tra voi perché ho detto: Ancora un poco e non mi vedrete e un po’ ancora e mi vedrete? In verità, in verità vi dico: voi piangerete e vi rattristerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete afflitti, ma la vostra afflizione si cambierà in gioia”. I discorsi che Gesù fa agli sgoccioli della sua vita terrena, sono avvolti da uno strato di mistero che anche dopo duemila anni facciamo fatica a cogliere fino in fondo, pur sapendo come la storia sia realmente finita. Non c’è quindi da meravigliarsi della confusione dei discepoli che davanti alle parole di Gesù si sentono spaesati, confusi, sbaragliati. Ci si domanda allora perché Gesù dice cose che i discepoli non possono capire. E la risposta la si trova in una riflessione molto semplice: avere fede, non sempre ci aiuta a capire.Delle volte la fede ci dice semplicemente come dobbiamo affrontare quello che ci accade anche in assenza di un significato che ce ne spieghi fino in fondo le intenzioni. Gesù dice ai suoi discepoli che si sentiranno scaraventati nella tristezza. Loro non capiranno il perché di quella tristezza, e Gesù non gliene fornisce una spiegazione convincente, ma dice loro che quella tristezza si tramuterà in gioia. La fede delle volte ci dice semplicemente cosa di essenziale dobbiamo ricordarci anche nel momento in cui non stiamo capendo più nulla. Io non capisco perché mi è successo questo, del perché soffro, del perché devo vivere questa situazione, ma il Signore mi ha detto che quello che mi sta capitando non sarà l’ultima parola sulla mia vita. Avere fede significa vivere fidandosi di questo. Tutti vorremmo ricevere consolazione da spiegazioni convincenti, ma ci sono momenti della vita in cui l’unica cosa intelligente che possiamo fare è fidarci. In fondo Gesù non ci ha mai detto che ci sarebbe andato tutto bene, ma che andrà a finire bene. È la memoria di questa fine buona che ci fa accettare la prova e lo sgomento che ogni tanto incrociamo per strada.
(Gv 16, 16-20)
#dalvangelodioggi

Tags:
vangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni