Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Alla scoperta delle biblioteche diocesane con “Aperti al MAB”

Condividi

Un tesoro di storia, arte e spiritualità, le biblioteche diocesane si mettono in mostra dal 3 al 9 giugno, approfittatene…

Dopo aver esplorato alcuni dei percorsi dedicati ai musei e poi agli archivi diocesani, è ora tempo di dare una occhiata alla splendida dotazione di biblioteche che la Chiesa italiana ha in tutte le sue regioni. Anche in questo caso moltissimi istituti hanno dedicato eventi speciali ed aperture straordinarie nel periodo dell’iniziativa “Aperti al MAB” che si terrà dal 3 al 9 giugno in tutta Italia. Noi di Aleteia come sempre proviamo a proporvi un frammento di questa immensa ricchezza, frutto del lavoro di centinaia di addetti e dello sforzo di molte comunità che – nei secoli – hanno accumulato questo patrimonio storico, artistico e culturale. Sul portale Beweb della Conferenza Episcopale Italiana è già possibile andare a sbirciare nei quasi 300 eventi sparsi in tutta la penisola, da Nord a Sud e molti altri si aggiungeranno nelle prossime settimane, via via che essi vengono definiti e completati. Un risultato enorme!

Oggi vi portiamo in Sicilia, Triveneto, Emilia Romagna, Puglia e Toscana! Buona lettura

SICILIA

Caltagirone

Don Luigi Sturzo (1871-1959) fu sacerdote, politico, poeta, autore di teatro, compositore musicale, pubblicista, sociologo, saggista. Fondò il Partito Popolare Italiano pronunciando nel gennaio del 1919 quell’Appello ai liberi e forti – manifesto dell’agire morale in politica – di cui quest’anno ricorre il centesimo anniversario. Visionario e profeta, Sturzo indica nell’amore verso il prossimo il vincolo sociale che rafforza tutti gli altri vincoli e li perfeziona, dall’economico al politico, dal famigliare al religioso. Nell’anno delle celebrazioni dedicate al sacerdote di Caltagirone Servo di Dio, c’è anche la mostra «A tutti gli uomini liberi e forti. Vocazione sacerdotale e impegno politico del Servo di Dio don Luigi Sturzo» realizzata in collaborazione tra Museo, Archivio e Biblioteca della Diocesi di Caltagirone.  Si tratta dodici “quadri” che attraversano alcuni momenti della vita di don Sturzo, e raccontano, con le parole tratte dai suoi scritti, la vocazione sacerdotale e politica, la profonda devozione a Maria, gli ideali di un impegno cattolico in cui il concetto di “cristiano” è declinato non come espressione di confessionalità ma come “principio di moralità cristiana applicata alla vita pubblica di un Paese” fino al processo di beatificazione che, nel novembre del 2017 ha riconosciuto le virtù eroiche e la fama di santità del sacerdote calatino autorizzandone il culto nella Chiesa particolare di Caltagirone.
Saranno messi in mostra anche testi, manoscritti, documenti autografi e opere artistiche che rivelano i molti interessi del sacerdote calatino e il suo costante impegno per il bene comune. Sono previste visite guidate.

L’iniziativa si svolgerà presso il Complesso monumentale dei Frati Minori Conventuali in piazza San Francesco d’Assisi n. 9, negli spazi di museo, archivio e biblioteca e sarà visitabile da mercoledì 5 giugno, ore 17:00, a domenica 9 giugno 2019 (orari: 10:00-13:00 e 16:00-19:00).

Leggi anche: Viaggio negli archivi diocesani grazie ad “Aperti al MAB”

Noto

Sarà predisposto un percorso tematico con visite guidate che proporrà una rilettura dell’attività del Capitolo della Basilica Cattedrale di San Nicolò attraverso documenti dell’Archivio Diocesano, pubblicazioni della Biblioteca Diocesana, ritratti e arredi sacri del Museo Diocesano-Sezione Cattedrale.

Il percorso guidato inizia con la visita alla Biblioteca Diocesana (ronco Volta) e alla mostra bibliografica e documentaria in essa allestita, continua all’interno della Basilica Cattedrale di S. Nicolò e si conclude con la visita della Sezione Cattedrale del Museo Diocesano (via Montuoro).

L’iniziativa (organizzata in sinergia dalla Biblioteca Diocesana, dall’Archivio Diocesano, dalla Sezione Cattedrale del Museo Diocesano e dalla Cooperativa Oqdany), vuole far conoscere questa importante istituzione ecclesiastica della Diocesi di Noto illustrando non soltanto i luoghi in cui il Capitolo ha svolto la sua attività sin dal 1606, ma anche quella di molti canonici che sono stati figure di primo piano nella storia della diocesi netina.

Al contempo, tutti i partecipanti all’iniziativa avranno modo di approfondire la conoscenza dell’importante ruolo che la Biblioteca Diocesana, l’Archivio Diocesano e la Sezione Cattedrale del Museo Diocesano quotidianamente svolgono nella città e nella Diocesi di Noto nell’ambito della promozione della cultura e del turismo religioso.

La foto della locandina vuol sintetizzare i contenuti del percorso: il frontespizio del registro degli atti del Capitolo (Archivio Diocesano), i volumi con gli ex libris dei canonici (Biblioteca Diocesana) e la mazza argentea del ciantro del Capitolo (Sezione Cattedrale del Museo Diocesano).

Per info e prenotazioni:

beniculturali@diocesinoto.it bibliotecadiocesana@diocesinoto.it info@oqdany.com

cell. 3202596721 / 3270162589

TROVA IL TUO PERCORSO NELLA SETTIMANA APERTI AL MAB NEL PORTALE BEWEB

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.