Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il viaggio di una ragazza per entrare nel Terz’Ordine carmelitano

Condividi
di Lexie Metzler

Si dice che prendiamo 35.000 decisioni ogni giorno. Alcune riguardano piccole cose come cosa mangiare, a che ora lavarci i denti e quale programma guardare in televisione. Altre sono più decisive, come scegliere una carriera, comprare una casa, dire “Sì” a una proposta di matrimonio. Alla fine, confido nel fatto che Dio mi guiderà nel prendere queste grandi decisioni.

Il discernimento è un concetto importante nella nostra fede. Significa che vogliamo capire a cosa ci sta chiamando Dio. Potrebbe essere il sacerdozio, la vita religiosa, il sacramento del matrimonio o la vita da single.

Come molte altre donne cattoliche, ho pensato all’ipotesi della vita religiosa. Anche i non cattolici sono curiosi al riguardo. E chi non lo sarebbe? È naturale essere curiosi su stili di vita diversi dal proprio. Ovviamente a volte mi sono chiesta se fosse quello a cui Dio mi chiamava. Ci ho pregato su, e ho anche fatto amicizia con alcune religiose.

Sono spettacolari, e una benedizione per la propria vita! Per quanto sostenga quella vocazione, però, non è quella da cui mi sento davvero attirata. Nel mio cuore, nutro ancora il desidero di sposarmi e di avere una famiglia. Credo che sia stato Dio a porlo nel mio cuore.

C’è però una vocazione che non conoscevo fino a un anno fa, ed è quella al Terz’Ordine.

Del cosa?

Un Terz’Ordine è un ordine religioso secolare. Fondamentalmente, si vive la spiritualità di un ordine religioso (Francescani, Carmelitani…), ma lo si fa nel mondo. Ogni comunità ha le sue regole e il suo stile di vita, e io mi sono sentita chiamata nell’Ordine Carmelitano Scalzo.

Potreste chiedervi come sia essere “chiamati” a qualcosa, e onestamente me lo sono chiesto anch’io per molto tempo. Non sono sicura di riuscire a darvi una risposta precisa, perché non penso che ci sia qualcosa che va bene per tutti. Credo che Dio parli a ciascuno di noi in modi diversi. Ho sentito parecchie storie di discernimento sia di sacerdoti che di religiose, ed erano tutte molto diverse.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni