Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Perché Gesù ha creato una Chiesa e non solo una Bibbia?

SAINT PETER'S SQUARE
Condividi

Questa domenica sentiremo parlare dei primi cristiani, vedremo come siamo oggi e immagineremo cosa saremo un giorno

La Seconda Lettura, in cui San Giovanni descrive la visione che ha avuto del Cielo, mostra cosa vorrà dire tutto questo quando piuttosto che essere la Trinità a dimorare in noi saremo noi a dimorare nella Trinità.

“L’angelo mi trasportò in spirito su di un monte grande e alto, e mi mostrò la città santa, Gerusalemme, che scende dal cielo, da Dio, risplendente della gloria di Dio”, si legge.

“In essa non vidi alcun tempio: il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello sono il suo tempio”. Piuttosto, la città aveva “dodici basamenti, sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli dell’Agnello”.

Attraverso la loro unione con Dio, esseri umani deboli e litigiosi sono diventati le basi robuste della Nuova Gerusalemme.

Tutto questo rovescia il modo umano di fare le cose.

Potremmo voler essere ciascuno il proprio interprete della Bibbia, e invece siamo membri della Chiesa che l’ha scritta e la interpreta.

Non dobbiamo essere cristiani “freelance”, che fanno tutto da soli. Ciascuno di noi deve diventare un tempio in cui Dio possa dimorare.

Non cerchiamo la nostra gloria personale, ma di essere il sentiero di luce in cui “la città non ha bisogno della luce del sole, né della luce della luna: la gloria di Dio la illumina e la sua lampada è l’Agnello”.

Quando arriverà la Pentecoste, tra due settimane, vedremo quanto può essere brillante quella luce.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni