Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Ti spedisco in convento”. Come proporre la fede al tempo dei reality

REALITY-NUNS-GIRLS
Condividi

L’idea è prendere alcuni giovanissimi, ossessionati dai selfie e dal piacere fisico, e scaraventarli in un universo “in cui l’edonismo viene soppiantato dall’umiltà”. Luci e ombre di questo esperimento televisivo inglese.

(In compenso, suore italiane in linea: no, fare le audizioni per il Grande Fratello non vi aiuterà a salvare la vostra scuola. Spiace dire che la Sacred Heart non è uscita dalla crisi economica, e che, a partire dal settembre prossimo, si troverà costretta a chiudere i corsi superiori).

Al termine di questo articoletto, voglio lasciare la parola ai produttori televisivi, piacevolmente stupiti dall’impatto positivo che questa esperienza ha avuto sulle partecipanti. “Lasciate perdere i corsi di yoga e i libri di auto-aiuto: se volete liberarvi da cattive abitudini e ampliare i vostri orizzonti, noi vi suggeriamo fortemente un breve soggiorno in convento”. E ve lo suggerisco pure io, sol per quello.

I produttori di Channel 5 amano sottolineare come l’esperienza sia risultata arricchente anche per le suore stesse. Pare che una di loro abbia confessato che non avrebbe mai immaginato di poter raggiungere con tale facilità gruppi tanto vasti di giovani donne non credenti, e in particolar modo di giovani donne non cattoliche.
E invece.

Poi magari ‘sto programma fa schifo, è una boiata anticristiana senza pari, ‘sta comunità di suore è composta da idiote che si son bevute il cervello e considerano positivamente un’esperienza in realtà ignobile, e andrà a finire che io cambierò canale, orripilata, dopo i primi dieci minuti di trasmissione. Ma per intanto, sulla carta, quest’ultima osservazione è qualcosa che secondo me dovrebbe far riflettere.
Il mondo cambia e mette a nostra disposizione strumenti e opportunità che sarebbero stati impensabili fino a poco fa. Sta a noi vagliarli con attenzione, valutarne il valore, ed essere molto cauti quando ci vien la tentazione di scartarli a priori.

QUI IL LINK ORIGINALE PUBBLICATO DA UNA PENNA SPUNTATA

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni