Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

La voce che calma davvero la solitudine (mia e degli altri)

SECRET WHISPERING

Wavebreakmedia I Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 21/05/19

Il cammino passa accanto a me lasciando da una parte il fiume e dall’altra il deserto. E sale da Gerico a Gerusalemme. O scende da Gerusalemme a Gerico come quell’uomo che scendeva a Gerico ed è stato attaccato.

Nella sua parabola, Gesù mi spiega chi è quel prossimo che devo amare. E io non lo conosco, non so bene chi sia.

Perché associo il mio prossimo al mio amico, quello che mi favorisce, quello che mi piace. Quella persona è vicina alla mia vita. Mi fa bene.

Gesù, però, mi dice che il mio prossimo è quell’uomo gettato al lato della strada. Tra il fiume e il deserto. Abbandonato alla sua sorte. Disprezzato da tutti. Assetato nell’anima e nel corpo. Senza acqua con cui pulirsi le ferite e calmare le sue ansie.

Un uomo solo in mezzo al pomeriggio, o alla notte. Solo e sconosciuto. Come sarà il mio prossimo, quando vado di fretta e non lo conosco? Non fa parte della mia vita, come non fanno parte del mio cammino tanti uomini solitari che incrociano il mio percorso.

E passo oltre perché penso che siano lontani, che non siano sufficientemente vicini ai miei interessi.

E il mio amore è scarso, non basta per muovere la mia misericordia. O penso che non sia il mio momento per tendere una mano e perdere il mio tempo.

Non voglio complicarmi la vita e dover cambiare agenda, iniziando così un’avventura di misericordia quando sono abituato a pensare a me, alla mia vita, ai miei problemi, al mio prossimo affabile e vicino. Quello che non dà problemi.

Penso a tutto ciò che è più vicino ai miei desideri e dimentico quelli che sento lontani. I loro problemi non mi toccano. Le loro necessità non mi legano.

Supro il cammino che scende a Gerico. O che sale a Gerusalemme. Non mi fermo. E la mia vita continua ad essere quel cammino che percorro su questa terra che scorre tra l’acqua e la sete.

Tra il sole e le ombre. Tra il mare calmo e la tempesta violenta. Così è nella mia vita. Non tutto è pace. Non tutto è lotta.

E confido in quel cammino incerto. Come ho sempre fatto. Quando ho sete confido nel fatto che Gesù calmerà la mia agonia con la sua acqua. Quando mi sentirò incapace di calmare le acque. Supplicherò che la sua voce semini la pace dentro di me, e non smetterò di guardare da entrambi i lati del mio cammino cercando le sue orme. Cercando prossimi da amare e soccorrere uscendo dal mio percorso, dal mio progetto, dai miei piani.

Non perdo la speranza di incontrare il mio prossimo. E nel mio prossimo vedrò il suo volto, quello di Gesù. È quello che importa per amare davvero come Gesù mi ama.

Cerco il ferito partendo dalla mia stessa ferita. L’assetato in mezzo alla mia sete. Quello che affonda metre io sto affondando in acque agitate. È l’atteggiamento del mio cuore che importa. È il mio sguardo che conta davvero.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
solitudinevoce
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni