Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconSpiritualità
line break icon

I vostri figli vi leggono nella mente e nel cuore. Vi trovano Dio?

CHURCH

Roman Catholic Archdiocese of Boston | Flickr CC by ND 2.0

Tom Hoopes - pubblicato il 20/05/19

Julia Sweeney, del Saturday Night Live, ha smesso di credere nonostante avesse una famiglia devota.

Nelle conferenze Ted e in un film, la Sweeney ha raccontato una storia divertente sui suoi sospetti crescenti su tutto ciò che i suoi genitori le raccontavano di Dio – e anche di Babbo Natale.

La svolta è avvenuta quando da adulta ha sentito i missionari mormoni dirle quello in cui credevano: Gesù aveva visitato l’America dopo la sua Resurrezione, come viene mostrato nel Libro di Mormon che Joseph Smith ha trovato scritto su tavolette dorate in “egiziano riformato” che poteva essere tradotto solo da un “pietra del veggente”.

All’inizio ha trovato affascinante la loro credulità, ma poi ha realizzato che la storia cattolica che le era stata raccontata le sarebbe sembrata altrettanto fantastica se non ci fosse stata abituata.

Tutto questo porta a rifiutare completamente la religione.

Non dovrebbe essere così.

Se ogni religione ha a che fare con la domanda “Quali di tutti questi racconti antagonisti di Dio è vero?”, il cristianesimo è come una grande risposta a questo quesito. Il cristianesimo esiste perché Gesù è risorto dai morti. Se è risorto, allora la storia di Gesù su Dio è quella giusta a cui credere. Se non fosse risorto non lo sarebbe. Le prove dicono che lo ha fatto.

La storia della Sweeney suggerisce però un altro modo in cui i cristiani falliscono nel trasmettere la loro fede: crediamo con la mente ma non con il cuore.

Nelle sue storie, i genitori della Sweeney sembrano essere veri credenti che sanno qualcosa della loro fede, ma sembrano anche legalistici e concentrati su un’interpretazione letterale dell’“età della ragione” e sul peccato come infrazione delle regole.

Non so se erano veramente così o meno, ma so che spesso io lo sono. Accade ogni volta che tratto la Messa come un dovere anziché un’opportunità per incontrare Gesù, e ogni volta che agisco come se l’obiettivo della mia fede fosse credere le cose giuste su Dio anziché amare Cristo.

Se siete un genitore, i vostri figli vi leggeranno la mente e il cuore.

Una volta qualcuno ha detto che quando evangelizziamo siamo come mendicanti affamati che hanno trovato del cibo gratis. I nostri figli hanno bisogno di cogliere da noi il senso per cui la nostra fede risponde a una profonda fame che abbiamo – di quello a cui anela il nostro cuore.

Per incoraggiare i miei figli ad abbracciare il cristianesimo con la mente, cerco di parlare spesso di Dio con loro. Anticipo le domande che potrebbero avere e non porre, e quando la mia stessa fede vacilla su un aspetto o su un altro sono io a interrogarli. Questo modella cosa fare quando non si capisce qualcosa della fede e spesso suscita argomentazioni piuttosto efficaci da parte loro.

Per incoraggiarli ad abbracciare il cristianesimo con il cuore, non mi limito a pregare con loro, ma prego molto senza di loro, perché potrebbero cogliermi mentre prego e sapere che è reale.

Cosa più importante, quando guardano nel mio cuore – e so che lo fanno – voglio che vi trovino qualcosa di autentico.

  • 1
  • 2
Tags:
cuoredioeducazionemente
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni