Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
San Giuseppe da Copertino
home iconChiesa
line break icon

Il cardinale Sepe: la ripresa di Noemi è un miracolo. Appena guarisce la porto dal Papa

© DR

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/05/19

Il cardinale di Napoli in visita dalla bambina, ferita per sbaglio in una sparatoria a sfondo camorristico

«Quello che è avvenuto è un miracolo. Appena Noemi starà bene la porterò dal Papa». Così il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, al termine di una visita alla piccola Noemi, rimasta ferita durante una sparatoria a Napoli. «Le ho portato un peluche, ha sorriso con gli occhi. Ha recitato il padre nostro insieme a me ed ai genitori. Questo è un vero miracolo di Dio e dei medici» (Il Mattino, 13 maggio).

Veglie e preghiere in tutta la città

Lo scorso weekend tutta la città si è stretta intorno alla piccola. Cinquemila persone hanno partecipato, venerdì 11 maggio, ad una veglia di preghiera diocesana organizzata da don Michele Madonna al Palapartenope.

Domenica 12 maggio in tutte le chiese di Napoli, durante le sante messe, si sono tenute preghiere speciali per la bambina, che sembra essere in fase di ripresa dopo aver lottato tra la vita e la morte.




Leggi anche:
Napoli, un gruppo di mamme prega per Noemi davanti all’ospedale

L’ira del cardinale

«Dio la farà pagare eccome», ha aggiunto Sepe, invitando i camorristi alla conversione. «Questi disgraziati – ha detto – pensano di bistrattare e di violentare una cultura, una società, una città come Napoli attraverso queste azioni. Dio la fa pagare eccome ed è pure giusto, perché tu offendi, ammazzi una mia creatura, perché Dio è padre di noi e quindi tu offendi Dio. Questo Dio, come ha fatto con Caino e Abele grida vendetta, nella sua giustizia, che è misericordia, Dio la fa pagare, il signore non può rimanere con gli occhi chiusi o le orecchie chiuse, la farà pagare».

Carcere o cimitero

Del resto, ha sottolineato Sepe «vivono miseramente questi poveri disgraziati di paura, di angoscia, di terrore, se va tutto bene vanno a finire in carcere altrimenti vanno al cimitero e questo è anche il modo di pagare il male che si fa agli altri» (Corriere del Mezzogiorno, 11 maggio).


camorra, protests,

Leggi anche:
Antonio, il figlio del boss Piccirillo che ha detto: la camorra è una montagna di merda

Tags:
camorracardinale sepe

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
3
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni