Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’unico Medico capace di curare le ferite del tuo cuore è il Signore Gesù!

Shutterstock
Condividi

Come le ferite del corpo possono provocare gravi “malattie”, così è per le ferite del cuore: se sono ferite profonde, possono farci perdere la capacità di amare. Gesù vuole aver bisogno della tua collaborazione per guarirti!

di Chiara Amirante

La preghiera è il segreto per diventare felici; non è quella cosa noiosa che ti fa dire: «Oddio, adesso devo pregare!», ma è la contemplazione, la gioia del lasciarti raggiungere dallo sguardo di Colui che è Amore, per immergerti nel mistero grande della pazzia dell’amore di Dio per noi che ti fa dire: «Mio Signore e mio Dio!».

Il Vangelo ci rivela che il nucleo fondamentale della vita di preghiera è l’amore. La preghiera è questa comunione con Colui che è la sorgente dell’amore; è un dialogo, è entrare in intimità col Signore, in un rapporto sponsale con lui, è mettere le mani nelle sue piaghe, come l’apostolo Tommaso.

Il Verbo è sceso dal cielo per insegnarci l’amore vero. Spesso però le ferite che abbiamo accumulato nella vita ci portano una terribile paura di amare e di essere amati, producono un blocco del cuore e, se non permettiamo a Colui che ci guarisce di lenire queste ferite, ce le portiamo dietro a vita. Come le ferite del corpo possono provocare gravi “malattie”, così è per le ferite del cuore: se sono ferite profonde, possono farci perdere la capacità di amare per cui facilmente cadiamo nell’incredulità. Il cuore, incapace di ricevere l’amore degli altri, di sentirlo e, tanto più, di donarlo, si chiude nella diffidenza e nell’isolamento!

Tutti gli atteggiamenti che sono di impedimento nella preghiera hanno spesso radice in alcune ferite profonde. Se esse ci impediscono di amare, ci impediscono anche di pregare e di riconoscere Dio nella nostra vita, visto che la vita di preghiera non è fatta solo di Padre nostro e Ave Maria detti vocalmente, ma è una vita di intimità, è una vita sponsale con Colui che è l’Amore.

Abbiamo bisogno, dunque, di guarire il cuore e per questo l’unico Medico capace di arrivare nelle parti più profonde del nostro cuore è il Signore Gesù. Gesù vuole aver bisogno della tua collaborazione perché, essendo Amore, non osa mai violentare la tua libertà e, anche per guarirti, vuole aver bisogno della tua partecipazione!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CREDERE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.