Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Le credenziali dei pellegrini, i souvenir più ricercati del cristianesimo medievale

PILGRIM BADGE
Condividi

Mettere uno di quei simboli sul cappello o sul bavero avrebbe fatto sapere a chiunque che si era compiuta una visita a un luogo santo cristiano

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Come non riusciamo a non fermarci in un negozio di souvenir quando siamo in vacanza per trovare qualcosa che ci ricordi il nostro viaggio, i cristiani medievali che si recavano in pellegrinaggio nei luoghi santi acquisivano delle “credenziali” che indossavano per ricordare la loro esperienza.

Se le prime credenziali sono le conchiglie raccolte dai pellegrini che si recavano a visitare il santuario di Santiago de Compostela nel XIV e nel XV secolo, la produzione di questi oggetti fiorì man mano che diventavano popolari i pellegrinaggi in Terra Santa e nei santuari europei in cui erano venerati i santi cattolici. Indossare una credenziale del genere mostrava a tutti che si era compiuta una visita a un luogo santo, e faceva anche riportare a casa alcune delle grazie acquisite per il fatto di trovarsi alla presenza di reliquie sante. Era anche una pratica di autoprotezione dei luoghi santi stessi, visto che vendere le credenziali evitava il saccheggio delle reliquie sante.

Realizzate in genere in lega di piombo, le credenziali erano prodotte a buon mercato e vendute sui siti di pellegrinaggio per essere indossate su cappotti e cappelli o portate intorno al collo. Secondo l’Enciclopedia dei Pellegrinaggi Medievali, i santuari più popolari, come quelli di Canterbury, Santiago de Compostela, Colonia, Nostra Signora di Rocamadour e Gerusalemme, ne vendevano anche 100.000 all’anno.

Le credenziali includevano una spilla o un meccanismo a fermaglio o ad anello per cucirla sugli abiti, e riportavano un’immagine del santuario o della vita del santo che vi veniva venerato. Uno sguardo ad alcune di loro ci offre un’idea della vita dei cristiani medievali.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni