Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconStile di vita
line break icon

Si devono controllare i compiti dei figli? Uno studio di un'università offre una risposta sorprendente

STUDYING

Monkey business images - Shutterstock

Dolors Massot - pubblicato il 06/05/19

Organizzare i compiti sì, farli insieme ai figli no

Queste conclusioni sono complementari a quelle di uno studio recente dell’Istituto Catalano di Valutazione delle Politiche Pubbliche (Ivàlua) e della Fondazione Jaume Bofill di Barcellona, reso pubblico nell’ottobre dello scorso anno, che espone i limiti entro i quali devono rimanere i genitori nella collaborazione con i figli.

CHILD HOMEWORK
KDdesignphoto I Shutterstock

In questo caso, lo studio ritiene positivo che i genitori organizzino i compiti con i figli, ma crede che sia controindicato che li facciano insieme a loro.

Considerando i due documenti, può favorire lo sviluppo educativo il fatto che quando il bambino arriva a casa un adulto lo aiuti a organizzare l’orario, di modo che ci sia tempo per quello che si vuole che faccia: merenda, giochi, lettura, conversazione, compiti… È bene aiutare il bambino a dedicare del tempo concreto allo studio, ad esempio facendo sì che sia sempre dopo la merenda e che per ogni materia abbia un periodo di tempo stabilito che egli stesso possa valutare.

In questa organizzazione del tempo, bisogna considerare anche quanto tempo dedicare alla televisione, al computer e agli schermi in generale.

In base all’età, l’organizzazione del tempo verrà effettuata prima dalla mamma o dal papà, e man mano che il bambino cresce passerà a lui. In questo modo acquisirà delle responsabilità sapendo di essere libero di decidere una cosa o il contrario, e il giorno dopo vedrà se ha agito in modo corretto.

  • 1
  • 2
Tags:
educazionescuola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni