Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quando sei sposato non servono trucchi, esplode la vera bellezza della Resurrezione

WIFE, HUSBAND, PARK
Standret | Shutterstock
Condividi

Nel matrimonio cadono tutte le maschere che ci soffocherebbero: dal desiderio di essere amati si passa all’amare, che è il far fiorire la bellezza eterna dell’altro.

Un paio di anni fa per Natale ci hanno regalato una minuscola pianta grassa…poverina, era ricoperta di qualche schifezza tossica di color rosso. Chi l’aveva rivestita di quella sostanza lo aveva fatto per renderla più bella, per renderla più in tinta con il color rosso che a Natale “fa tanto” Babbo Natale più che Gesù Bambino.Ed è così che la bellezza naturale della piantina veniva soffocata da artifici cosmetici.

Leggi anche: Parlare alle ragazze di affettività attraverso la moda: è la sfida vinta di “Turris eburnea”

Nonostante tutta questa preparazione, era poi stata dimenticata in una stanza per due settimane senza molta luce e senza acqua. Poi qualcuno l’ha scovata e ha detto: “Ah, questa piantina è per voi! Buon Natale!”. Il suo valore economico sarà stato pari a 0,49 centesimi, ma abbiamo creduto nelle potenzialità di questa piantina e l’abbiamo tenuta provando a darle un futuro. Per prima cosa l’abbiamo ripulita alla meglio dalla sostanza rossa, le abbiamo dato un po’ d’acqua e messa alla luce del sole.

Ebbene quella piantina da 4 soldi oggi è ancora sul nostro balcone, è diventata più grande, sta facendo nuove foglie e soprattutto ci sta deliziando con dei fiorellini bellissimi! Sembrano campanelle, campane di Pasqua, come quelle che annunciano la Risurrezione del Signore Gesù.

HAND, PLANT, BALCONY
Sposi e spose di Cristo

Ed è ciò che è successo proprio per la nostra piccola piantina. Con un po’ d’acqua e un po’ di luce sarebbe sopravvissuta, ma non è bastato questo: abbiamo “creduto in lei”ed oggi è risorta, è bellissima! Forse è quanto accade anche a noi dai giorni del fidanzamento fino ad ogni giorno del matrimonio. Ci fidanziamo e siamo tutti carini, appariscenti…rivestiti di strati di cosmesi, cercando di farci belli per piacere all’altro. Poi entriamo nel matrimonio e ci rendiamo conto che le maschere non solo non durano, ma ci soffocherebbero se ad un certo punto qualcuno non ce ne liberasse!

Leggi anche: L’elisir della vera bellezza? Noi abbiamo la ricetta

È il nostro coniuge che ha questo compito tanto importante quanto faticoso: aiutarci ad essere liberi da tutti quei trucchi che adottavamo per far innamorare qualcuno di noi. Questo processo è lungo, e spesso i coniugi non si accorgono neanche di quanto possano fare bene all’altro semplicemente essendo sé stessi, coi propri pregi e i propri difetti. Ora che siamo sposati e non servono più quei trucchi bisogna che lascino il posto alla bellezza vera che ci abita…a quella bellezza di cui, a volte, ci vergogniamo anche.

Dal desiderio di essere amati gli sposi devono passare all’amare. Dall’innamoramento bisogna passare all’amore. E questo passaggio può essere doloroso. Alcuni si erano sposati per avere qualcuno che li facesse ridere e invece si ritrovano a dover asciugare le lacrime dell’altro. Qualcuno si è sposato per avere qualcuno che lo facesse sentire importante e invece si trova a dover fare da “supporter” al coniuge che spesso si deprime. È una sfida grande che non si vince con le proprie forze. Non si può vincere con le proprie forze.

Leggi anche: Eugenio Corti alla moglie: mi manca qualcosa che la tua bellezza promette di colmare

È possibile vincerla solo ricordandosi che c’è qualcuno che crede veramente in te.  Solo quando scopri che c’è qualcuno che ti ama molto più di quanto ti ama il tuo coniuge e molto molto molto di più di quanto tu pensi di amare il tuo coniuge. È possibile vincere solo quando vedi coi tuoi occhi che Gesù crede così tanto in te che si è giocato la sua stessa vita scommettendo sulla bellezza di cui è capace la tua. Se scopri tutto questo allora sarai come la nostra piantina sul balcone. Smetterai semplicemente di sopravvivere e ti ritroverai a risorgere ogni giorno. Smetterai di “tirare a campare” e ti ritroverai a mettere su nuovi germogli. Smetterai di far finta di essere bello e ti ritroverai a tirar fuori dal tuo cuore una bellezza così radiosa che commuoverà te stesso per primo.

Gesù ti ama e crede in te. Fanne memoria nella preghiera e fanne esperienza nell’Eucarestia…e fiorirai. E fiorirà anche la tua vita ed il tuo matrimonio! Coraggio, Gesù crede in te…e le campane suonano Alleluja!!!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA SPOSI E SPOSE DI CRISTO

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni