Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dieci chiavi per coltivare l’arte dell’amicizia col cardinale Newman

FRIENDSHIP; ART Of FRIENDSHIP
@Shutterstock
La visione e l’esercizio dell’amore del prossimo di John Henry Newman permettono di saggiare la dimensione profonda dell’amicizia.
Condividi

Teologo, romanziere, poeta e filosofo, il cardinale John Henry Newman (1801-1890) ha coltivato per tutta la vita l’arte dell’amicizia. Beatificato nel 2010, l’uomo la cui prossima canonizzazione è stata annunciata nel febbraio 2019 aveva un grande talento per stringere e conservare delle vere amicizie. Ecco le dieci chiavi che ha definito per dare una dimensione profonda e spirituale all’amicizia.

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Qualcuno dice che nella vita si può avere un solo vero amico: da parte sua, lui ne ha avuti innumerevoli. La scelta del suo motto per lo stemma cardinalizio la dice lunga sull’uomo: «Cor ad cor loquitur», il cuore parla al cuore. Nato agli albori del XIX secolo, intellettuale di prim’ordine, John Henry Newman fu all’origine del rinnovamento della Chiesa Anglicana, prima di convertirsi al cattolicesimo. Fu incontestabilmente uno dei più grandi teologi della sua epoca. Eppure, fermarsi all’immagine di un brillante pensatore significherebbe misconoscere la su vita discreta ma spiritualmente e umanamente molto ricca. Per tutto il corso della sua vita, il cardinale Newman ha saputo attrarre l’amicizia come la calamita attira il ferro. Egli era insieme molto riservato e tanto caloroso, col dono autentico del saper essere pienamente in ascolto dell’altro.

Se abbiamo accettato la verità di Cristo e gli abbiamo dato la nostra vita, non può esserci differenza tra quel che crediamo e la nostra maniera di vivere,

sottolineava Papa Benedetto XVI durante la beatificazione del cardinale Newman, il 19 settembre 2010. Nell’epoca in cui una delle grandi povertà della nostra vita contemporanea è nella difficoltà di stringere veri vincoli amicali, la visione e l’esercizio dell’amore del prossimo di John Henry Newman permettono di saggiare la dimensione profonda e spirituale dell’amicizia.

Per lui non è possibile parlare della vera amicizia senza aprirsi a questioni umane fondamentali, come “chi è l’uomo?”, “da dove viene?”, “dove va nella sua vita di fede, di famiglia e di lavoro?”. È solo allora che si può imparare a coltivare l’arte dell’amicizia. In uno dei suoi sermoni si domandava:

Che cosa può legare due amici in una conversazione intima di più anni, se non la partecipazione a qualcosa di immutabile ed essenzialmente Buono? Cos’altro che la religione? I santi di Dio continuano in un senso, mentre i modelli del mondo cambiano.

Scoprite cliccando sulla galleria i dieci consigli del beato John Henry Newman per stringere e mantenere le vere amicizie:

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.