Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Gennaio |
San Francesco di Sales
home iconStorie
line break icon

Una madre di famiglia si risveglia dopo 27 anni di coma

WOMAN IN HOSPITAL

Shutterstock

Rachel Molinatti - pubblicato il 29/04/19

A seguito di un incidente d’auto, una donna originaria degli Emirati Arabi Uniti è scivolata in coma: dopo 27 anni si è “miracolosamente” risvegliata. Una storia fuori dal comune della quale ha recentemente parlato il figlio.

Non l’ho mai abbandonata perché avevo sempre avuto il presentimento che un giorno si sarebbe risvegliata.

Omar Webair, 32 anni, ha recentemente raccontato la propria incredibile storia alla BBC. La madre, Munira Abdulla, è stata vittima di un incidente stradale nel 1991: la sua automobile era stata impattata da uno scuolabus. All’epoca aveva 32 anni, e la giovane donna – che sedeva nella parte posteriore del veicolo – protesse Omar, il figlio quattrenne, col proprio corpo.

Mia madre era seduta con me sul sedile posteriore. Quando ha visto lo scontro in arrivo mi ha preso fra le braccia per proteggermi.

Il ragazzino riportò appena delle leggere contusioni, mentre la madre subì gravi traumi cerebrali.

«Non perdere la speranza»

Trasferita da un ospedale all’altro, dal Regno Unito agli Emirati Arabi Uniti fino in Germania, la giovane donna era rimasta immersa nel suo coma. Il figlio Omar non ha cessato di vegliarla, restando fisicamente al suo capezzale, fino a quel giorno del giugno 2018 in cui l’ha sentita balbettare e poi chiamarlo per nome. «Erano anni che sognavo questo momento, e la prima parola che ha pronunciato è stata il mio nome». A quasi sessant’anni, Munira Abdulla ha oggi un profilo clinico stabile e può comunicare con quanti le sono vicini. Se questa storia è eccezionale, la testimonianza del giovane non lo è meno: «La ragione per la quale ho raccontato la sua storia è per dire alla gente di non perdere la speranza».


Catarina Sequiera

Leggi anche:
È in coma da 3 mesi ma prima di morire dà alla luce il suo bambino!

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
coma
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni