Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
home iconStile di vita
line break icon

Se Gesù ha avuto paura, perché non dovrei averne anch'io?

JAK RADZIĆ SOBIE Z LĘKIEM

Jose A. Thompson/Unsplash | CC0

Catholic Link - pubblicato il 29/04/19

di Cristian García Zelada

Di recente, dopo 25 anni, mi sono reso conto che la vita non è facile. Durante l’adolescenza mi ripetevo che la vita non era complicata come tanti la dipingevano, che era solo una questione di prospettiva, di prendere ogni problema come viene e affrontarlo con coraggio. Non avevo idea di quello che dicevo, e tuttavia avevo completamente ragione.

Se potessimo affrontare ogni problema con un po’ di prospettiva, se solo potessimo essere sempre coraggiosi, avere fede in ogni momento… ma non è così. Nessun cuore è così forte, così audace. A cosa serve la fiducia in se stessi quando si vede un fratello soffrire e nulla di ciò che si fa sembra aiutarlo? Non importa quanto si è coraggiosi se chi si ha accanto muore di paura e a noi resta solo il dolore dell’impotenza, la paura di quelli che dicono di non averne.

A cosa serve, dall’altro lato, la preparazione se all’improvviso un giorno i propri sensi ingannano, se la percezione fa cadere in errore, se la mente gioca brutti scherzi?

A cosa serve qualsiasi maturità apparente se al momento decisivo né i sensi né i pensieri rispondono come si vorrebbe, se non si possono controllare e allora non si è pronti?

Non si riesce a controllare neanche se stessi.

1. Gesù era pronto per la croce?

No. Anche se ho pensato mille volte di sì, oggi posso assicurare che la risposta è negativa. Perché? Perché era umano come noi, fragile e timoroso come tutti. Nel Getsemani ha sudato sangue, come tanti altri che senza volerlo, già adulti, sudano per la paura di fronte alle prove che si avvicinano.

Il suo corpo è caduto a terra non per posa o per empatia, ma per il peso della croce. Ha controllato tutto questo? È stato Lui a voler cadere con il viso a terra e versare lacrime di sangue, privato di ogni speranza? Oserei dire di no. È stato il suo corpo a farlo cadere, è stata la fragilità della sua mente umana a farlo dubitare; è stata la triste impotenza dell’incertezza a farlo temere, ma in definitiva non è stato qualcosa che potesse controllare. È stata la bellezza di quel mistero che chiamiamo umanità.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
gesù cristopaura
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
4
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
NIEBO
Sergio Argüello Vences
La notte in cui ho parlato con mio cugino in cielo
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni