Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il Governo dello Sri Lanka si impegna a ricostruire una chiesa distrutta dai terroristi islamici

Condividi

I Cavalieri di Colombo promettono 100.000 dollari per aiutare “i nostri fratelli e le nostre sorelle dello Sri Lanka in questo momento di prova”

Il Governo dello Sri Lanka ha promesso di ricostruire la chiesa di Sant’Antonio, gravemente danneggiata durante gli attacchi della Domenica di Pasqua. Lo Stato Islamico ha rivendicato gli attentati, che hanno provocato più di 320 morti e centinaia di feriti.

Art News ha riferito che il Ministro della Cultura dello Sri Lanka, Sajith Premadasa, si occuperà della ricostruzione della chiesa di Colombo sotto la supervisione del cardinale Albert Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo. In base al resoconto, le campagne di raccolta fondi finora hanno avuto un successo limitato.

“Stiamo [cercando di raccogliere] 600.000 euro per sostenere le vittime degli attacchi terroristici dello Sri Lanka e la ricostruzione delle chiese coinvolte. Notre-Dame ha raccolto 600 milioni di euro in appena 24 ore”, ha affermato uno dei responsabili della campagna, Jake Margrain.

I Cavalieri di Colombo si sono impegnati a donare 100.000 dollari per la ricostruzione di Sant’Antonio, della chiesa di San Sebastiano a Negombo e della chiesa di Sion a Batticaloa, anch’essere colpite.

“I Cavalieri di Colombo sono solidali con i fratelli e le sorelle dello Sri Lanka in questo momento di prova”, ha affermato Carl Anderson, cavaliere supremo dell’organizzazione caritativa cattolica, in una dichiarazione rilasciata lunedì. “Attacchi terroristici come quelli della Domenica di Pasqua sono gli atti di quanti rifiutano la santità della vita, i diritti umani e la libertà religiosa”.

“A livello globale, è ben documentato che i cristiani sono attualmente il gruppo religioso più perseguitato”, ha dichiarato Anderson. “È giunto il momento che ogni Paese compia passi concreti per proteggere le proprie minoranze, inclusi i cristiani, e fermi questa persecuzione e questo massacro”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.