Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

5 idee per essere un po’ più felici

web3-woman-painter-e1555514525892.jpg

Shutterstock

Dolors Massot - pubblicato il 24/04/19

Proposte semplici perché la quotidianità risulti positiva per voi e per chi vi circonda

Essere felici è la sfida più grande della nostra vita. È il motore che ci porta a mettere in moto azioni che non avremmo mai immaginato. È la carta che scambieremmo per il resto del mazzo.

Siamo sicuramente sulla via per essere felici e abbiamo messo in atto dei mezzi per esserlo, ma non bastano mai, ed è molto positivo trarre spunto dall’esperienza di altre persone per essere almeno un po’ più felici.

Raúl Gómez è un uomo avventuroso che da anni si barcamena tra la televisione e i luoghi più insoliti del pianeta, ed è anche un runner. Da tutto ciò che ha fatto finora ha tratto lezioni di vita che ha cristallizzato nel libro La vida mola.

Il suo obiettivo non è essere un guru spirituale, e il suo testo è costituito più che altro di ricordi raccontati in modo tale da poter aiutare altre persone che si trovano in un momento di difficoltà o di malattia.

La vida mola contiene molti input, ma ecco 5 idee che possono aiutarci a cambiare atteggiamento e prospettiva.

1. Ridere cambia dentro, migliora, dà sollievo – è la migliore medicina.

Cercate il modo di sorridere, non solo per voi, ma perché aiuterete gli altri a svolgere meglio quello che devono fare. Ascoltate barzellette e cercate di essere piacevoli quando raccontate le cose, perché gli altri si divertano sentendole. Di fronte ai vari modi di affrontare una questione, scegliete quello più positivo.

2. Stabilire mete e termini realistici evita una buona dose di frustrazioni e lesioni e il senso di fallimento superfluo.

I libri di autoaiuto sono in genere pieni di frasi magniloquenti come “Puoi arrivare all’eccellenza”. Poi ci si prova e la realtà si incarica di riportarci coi piedi per terra. Ricordate che la cosa umana, normale, è sbagliare, non azzeccare al primo colpo. Contate su altre persone, chiedete aiuto, lavorate in gruppo.

3. Se il piano non funziona cambiatelo, ma non modificate la meta.

Ci si può sbagliare, ma c’è sempre la possibilità di tornare alla casella di partenza. Ricominciate, ma non cambiate meta, ad esempio formare una famiglia. Non ci si deve rinunciare perché non si dispone dei mezzi economici sufficienti. I grandi cuori hanno grandi progetti, e alla fine sanno trovare un scorciatoia. Per il momento, godete delle piccole vittorie di ogni giorno e condividete questa gioia con chi amate di più.

4. Ciascuno corre in modo diverso, e ogni persona ha un motivo diverso per correre. È questo che rende speciale ogni meta al mondo

Non imponetevi il fardello di voler imitare in tutto un’altra persona, perché è probabile che non abbia il vostro temperamento né il vostro carattere. Non serve a niente invidiare qualcosa o qualcuno di irraggiungibile. Guardate cosa avete costruito fino a questo momento e pensate a come approfittarne al meglio.

5. Se vi succede qualcosa di positivo viaggiate per festeggiare. Se vi succede qualcosa di negativo viaggiate per dimenticare. Se non vi succede niente viaggiate perché accada qualcosa.

Il viaggio è un ottimo modo per conoscere altre persone e conoscere se stessi. Apre orizzonti, aiuta ad avere speranza e a imparare. Riossigena. Viaggiate con l’intenzione di apprendere qualcosa.

Tags:
felicità
Top 10
See More