Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Luglio |
Santi Nazario e Celso
home iconChiesa
line break icon

Un non cattolico si può confessare con un sacerdote?

Anneka | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 23/04/19

Molti non cattolici sono affascinati dalla Confessione e si chiedono incuriositi se possono ricevere le stesse grazie dei cattolici

Se molti non cattolici guardano spesso alla Confessione con sospetto, ce ne sono anche altri che vorrebbero confessarsi, anche se non sono attivamente impegnati in un programma di iniziazione cristiana per adulti e non intendono (almeno nel prossimo futuro) diventare cattolici.

Al di là delle tante grazie ricevute durante la Confessione, i non cattolici potrebbero essere interessati ai benefici psicologici del fatto di raccontare a qualcun altro i propri peccati e al sollievo che si prova ascoltando le parole di assoluzione.

Ma un non cattolico può mettersi in fila per confessarsi e inginocchiarsi davanti a un sacerdote per ricevere il sacramento della Riconciliazione?


CONFESSIONAL

Leggi anche:
Nella Confessione sacramentale non servono “dettagli angosciosi”

Il Codice di Diritto Canonico è piuttosto chiaro circa i sacramenti della Chiesa cattolica. Se la Chiesa riconosce il Battesimo della maggior parte delle denominazioni cristiane, la validità del sacramento della Confessione viene riconosciuta solo all’interno della Chiesa cattolica (con l’eccezione fondamentale della Chiesa ortodossa).

In quasi tutte le occasioni, per ricevere la Confessione in modo lecito bisogna essere membri professi della Chiesa cattolica:

“I ministri cattolici amministrano lecitamente i sacramenti ai soli fedeli cattolici, i quali parimenti li ricevono lecitamente dai soli ministri cattolici” (Can. 844 §1.)


CONFESSIONAL

Leggi anche:
Vi piace la Confessione in privato? Ringraziate gli irlandesi!

In alcuni casi, anche un cristiano ortodosso può ricevere il sacramento della Confessione, visto che questa branca del cristianesimo ha sacramenti validi.

Il Codice di Diritto Canonico elenca comunque alcune eccezioni per i battezzati non cattolici:

“Se vi sia pericolo di morte o qualora, a giudizio del Vescovo diocesano o della Conferenza Episcopale, urgesse altra grave necessità, i ministri cattolici amministrano lecitamente i medesimi sacramenti anche agli altri cristiani che non hanno piena comunione con la Chiesa cattolica, i quali non possano accedere al ministro della propria comunità e li chiedano spontaneamente, purché manifestino, circa questi sacramenti, la fede cattolica e siano ben disposti” (Can. 844 §4.)

Fondamentalmente, un sacerdote cattolico può offrire l’assoluzione ai cristiani non cattolici in casi rari, come il pericolo di morte.




Leggi anche:
Si può obbligare un sacerdote a violare il segreto della Confessione?

I cristiani non cattolici sono certamente incoraggiati a cercare un sacerdote cattolico per ricevere assistenza spirituale, e possono farlo nel contesto di un incontro programmato nell’ufficio parrocchiale. Nella maggior parte dei casi, però, non dovrebbero approcciare un sacerdote nel lasso di tempo programmato per le Confessioni nell’edificio ecclesiale, perché è un momento riservato ai membri della Chiesa cattolica e non è idoneo alla catechesi o ai consigli personali.

La Confessione è un sacramento splendido, che può liberare una persona dal peccato e metterla su una nuova strada.

Per abbracciare pienamente questo dono, si dovrebbe però essere adeguatamente catechizzati e pienamente iniziati nella Chiesa cattolica.




Leggi anche:
I consigli del Papa ai sacerdoti per una buona confessione

Tags:
codice di diritto canonicoconfessionediritto canonicosacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
ABORTION
Giovanna Binci
Ride, balla, abortisce e posta: teenager “celebra” ab...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni