Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Quando andate a dormire, scegliete questa preghiera per riposare in pace

ROSARY
Fred de Noyelle | GoDong
Condividi

Potrebbe essere difficile da recitare, ma può calmare il vostro cuore

Spesso quando cerchiamo di addormentarci siamo irrequieti e ansiosi e pensiamo alle tante responsabilità che abbiamo. Tutto ciò può rendere difficile il fatto di abbandonarsi al sonno, riducendo la quantità di tempo che il nostro corpo ha per recuperare ogni notte.

Una preghiera che può aiutarvi a riporre la vostra fiducia in Dio è quella di Gesù Cristo sulla croce.

Molti, nel corso dei secoli, hanno recitato prima di andare a letto la preghiera di Gesù: “Signore, nelle tue mani affido il mio spirito”.

È una preghiera potente, che può essere difficile da recitare perché è quella pronunciata da Gesù prima di morire sulla croce. Recitandola si sta eseguendo un atto di completa rassegnazione, donando a Dio tutto il proprio essere – le proprie preoccupazioni e le ansie, ma anche la propria anima.

Allo stesso tempo, quando viene recitata con fede può promuovere sentimenti di pace e serenità, perché ci ricorda che è Dio a controllare tutto, non noi. Non possiamo cambiare le circostanze in cui viviamo se non attraverso la grazia di Dio. Questo può aiutare ad alleviare i fardelli della nostra vita, facendoci rendere conto del fatto che non siamo soli. Dio, infatti, è al nostro fianco.

San Giovanni XXIII aveva una preghiera simile che recitava ogni sera. Come Papa, aveva molti pensieri ed era alla guida della Chiesa intera. Pensate al peso delle sue responsabilità!

Anziché preoccuparsi tutta la notte, però, diceva semplicemente a Dio: “È la tua Chiesa, Dio. Io vado a letto!”

Dovremmo avere lo stesso atteggiamento e mettere la nostra vita nelle mani di Dio, dicendo insieme a Gesù: “Signore, nelle tue mani affido il mio spirito”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni