Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Farete l’unica cosa che chiede Gesù risorto?

Condividi

Pensate a tutto il dolore che si potrebbe evitare se non fossimo tanto timidi

C’è una cosa che Gesù ci chiede sempre, ma che a Pasqua praticamente ci prega di fare.

Non dice di celebrare la sua Resurrezione, di ricordarla o rappresentarla – anche se sono certo che apprezzerebbe tutte e tre le cose. Dice invece di parlare alla gente della sua Resurrezione.

Pietro ha capito cosa stava chiedendo Gesù.

A Messa, dal Lunedì dell’Angelo, quando Gesù dice a Maria Maddalena “Non temete. Andate ad annunciare ai miei fratelli (…)”, al sabato di Pasqua, quando dice agli apostoli “Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura”, il Signore rende chiaro il suo desiderio.

La Chiesa affianca il Vangelo di ogni giorno a un esempio tratto dagli Atti degli Apostoli di Pietro che proclama la Resurrezione in luoghi diversi e in modi differenti, ma sempre senza paura.

Immaginate cosa accadrebbe se fossimo tutti così coraggiosi!

Il piccolo gruppo di apostoli di Gesù era così convinto della Resurrezione da non poter fare a meno di dirlo agli altri.

Il messaggio è arrivato lontano e ha avviato un movimento mondiale sopravvissuto all’Impero romano, al Sinedrio e ai farisei che complottavano contro Gesù.

Il loro messaggio ha fornito la fede nell’ordine di Dio necessaria a stabilire il metodo scientifico e la preoccupazione per gli altri che serve per applicarla ai progressi medici. Parlare alla gente della Resurrezione ha portato a istituire reti di ospedali, orfanotrofi e della più ampia organizzazione caritativa che il mondo abbia mai conosciuto.

Il messaggio della Resurrezione di Cristo ha portato a un apprezzamento del corpo che ha rivoluzionato l’arte, da Giotto al cinema, e può continuare a farlo ancora oggi. Raccontare la storia di Gesù ha cambiato la letteratura da Agostino a Tolkien, e può ispirare grandi narrazioni anche oggi.

Definire la Chiesa il corpo del Cristo risorto ha ispirato un’architettura splendida, fiorita nella cattedrale di Notre-Dame e che può ispirare anche gli architetti contemporanei.

Se non diciamo nulla, però, nessuno saprà delle possibilità di liberazione offerte da Gesù.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni