Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come smettere di giudicare?

Condividi

Vorrei avere uno sguardo nobile che sappia scoprire la verità delle cose allontanandomi da pregiudizi e rigidità

A volte penso di fermarmi alla superficie delle cose. Non vado a fondo. A volte mi vedo giudicare il mondo. Chi non la pensa come me. Chi non vota lo stesso partito politico. Chi vive in un altro modo. Lo giudico e lo condanno.

Vorrei comprendere di più Gesù. A volte non capisco i suoi progetti, e non accetto i suoi desideri. Mi vedo confuso nella vita, mentre cerco di decifrare ciò che vuole da me. Mi fermo all’apparenza delle cose che accadono. Alla superficie.

Non vedo i cuori. Mi fermo ai volti che non mi piacciono, e alle apparenze che mi parlano di trasgressioni che non desidero.

Mi costa guardare più a fondo. Guardare dentro. Credo che mi manchi la fede. Una fede vera, incarnata, fatta vita. Una fede pratica che mi porta a prendere decisioni sagge.

La fede deve diventare carne perché io possa essere il volto visibile di Gesù in mezzo agli uomini. Forse la conversione di cui parlo tanto è questa.

Mi si riempie la bocca di questa parola e a volte non arriva al cuore. È come se tutto rimanesse alle parole e non si traducesse in fatti. Come se restasse al livello dei pensieri e non arrivasse alla vita. Non realizzo quello che dico. Non applico ciò che predicano le mie parole.

Vorrei avere un cuore più capace di percepire la vita, i processi interiori, quello che non è evidente guardando solo con gli occhi.

Vorrei avere uno sguardo nobile che sappia scoprire la verità delle cose allontanandomi dai miei pregiudizi e dalle mie rigidità.

Vorrei avere un cuore che non scoppi con violenza ogni volta che vengo contraddetto o si criticano le mie parole e i miei gesti. Un cuore pacifico che sappia costruire ponti anziché muri.

Come ha detto Papa Francesco, “coloro che costruiscono i muri finiranno prigionieri dei muri che costruiscono. Invece quelli che costruiscono ponti andranno tanto avanti”.

Dvo porre fine a quei muri che creano distanze e proteggono la mia anima. Ho bisogno di costruire ponti che arrivino al cuore del fratello. Rischiando la vita.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.