Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La Settimana Santa in 3 minuti

Condividi

Ripercorriamo rapidamente ciò che accade nei giorni più sacri dell’anno

Come non sentire il peso di tanti peccati? I miei peccati pesano. La colpa pesa. E il danno provocato che lacera l’anima. Tutto pesa.

Il cammino costa. Quasi come se non volessi arrivare a un finale che conosco. Tre croci. Due ladroni. E Gesù in mezzo. Quanta ingiustizia!

E io mi lamento quando non sono giusti con me. Quando mi crocifiggono con calunnie. O mi abbandonano ingiustamente. E mi lamento. E mi fa male.

Senza giudizio, Gesù sulla croce. Quanto fanno male i chiodi? Non lo capisco. Ha fatto solo il bene. Perché lo condannano?

Tanto amore non trova spazio nell’anima umana. Da lì perdona chi è ingiusto, chi non sa cosa fa.

E accompagno il momento con Maria, con Giovanni. Sento le sue parole. Ho sete. Tua madre, suo figlio. Perché mi hai abbandonato? Perdonali perché non sanno quello che fanno. Oggi sarai con me in Paradiso. Tutto è compiuto.

Spira davanti ai miei occhi. Piango dentro. Come non farlo? La Sua morte mi commuove. Che sarà di me?

Guardo Maria con Gesù tra le braccia. Tanto Madre. Tanto piena di Dio. Piango con Lei. Sarà portato in una tomba vuota. Tra i ricchi. Sigilleranno la sua porta.

Maria Maddalena andrà a ungerlo. Le sante donne. Il sabato ci sarà tanto silenzio.

Maria tace. Porta nell’anima il dolore più grande. Sette spade. Sette dolori. Ferita dalla morte. Ma confida. Crede contro ogni speranza. Come sarà possibile?

Lo sarà. Dio può tutto. Per Lui nulla è impossibile. Non dispera. Il sabato del pianto e dell’attesa. Del silenzio e della contemplazione. Della vita e della morte unite in un’attesa che salva.

Mi addentro in questa notte santa. Tra il fuoco di un falò sacro. E l’acqua che salva. E la storia di salvezza che Dio si è fatto uomo mettendosi all’altezza dei miei occhi.

E contemplo questi giorni sacri in cui mi trovo. Così lontano da Dio, e al contempo così vicino. Con paura. Negando. Essendo perdonato.

Il sepolcro vuoto mi riempie di luce. Sudari caduti. E un angelo. Non temere, Maria. Dove lo hanno posto?

Credo che stavolta potrò seguire i suoi passi. Camminare con Lui fino al Calvario. Contemplare la morte. Guardare in faccia la vita. Anelare al suo amore, alla sua acqua, al suo abbraccio. Voglio che tutta la mia settimana sia santa.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.