Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

7 momenti di unione familiare durante le celebrazioni di Pasqua da tutto il mondo

EASTER EGGS
TATJANA SPLICHAL | DRUŽINA
Condividi

Oltre ad essere caratterizzata da festività religiose, la Pasqua porta con sé tradizioni curiose che variano da Paese a Paese

4. Giochi e gimkane

Le uova di gallina sono presenti anche in divertenti gare che i bambini scozzesi realizzano nelle vie cittadine. Ogni partecipante libera un uovo su un pendio e tifa perché resti intatto durante tutto il percorso e arrivi più lontano degli altri.

In Svezia, il martedì che precede la Pasqua è secondo la tradizione il giorno in cui i bambini escono vestiti con abiti da adulti, fazzoletti colorati in testa e le guance dipinte di rosso. Bussano di porta in porta offrendo quadretti realizzati da loro e ricevono uova di Pasqua fatte con sacchetti di carta e riempiti di palline e cioccolatini.

Qualcosa di simile accade in Finlandia, dove i bambini ricevono dei regali dai vicini dopo aver recitato poesie famose.

EASTER EGGS
ALETEIA

5. Costumi

In Bulgaria non si usano i cioccolatini, ma esistono le cosiddette “battaglie di uova”, che si svolgono dopo la Messa di Pasqua davanti alle chiese. Vince il padrone dell’uovo rimasto intatto dopo aver “lottato” con gli altri partecipanti. Secondo la tradizione, il vincitore dovrà custodire l’uovo fino alla Pasqua dell’anno successivo, perché simboleggia salute e fortuna per tutto l’anno.

Un’altra abitudine dei bulgari consiste in un gesto tra nonni e nipoti: secondo la tradizione, la donna più anziana della famiglia utilizza un uovo dipinto di rosso per colorare le guance dei bambini, simboleggiando il desiderio che abbiano vigore e salute.

EASTER EGG
Ramona Georgescu I Shutterstock

6. Accompagnare processioni e spettacoli teatrali

In varie zone dell’America Latina, come anche in alcuni Paesi europei, è molto comune imbattersi in processioni e rappresentazioni teatrali della vita di Gesù Cristo.

In Guatemala, la commemorazione è caratterizzata dall’uso di abiti tipici, incensi, maschere e dalla decorazione di tappeti colorati che ornano il cammino dei fedeli fino alle chiese. In Messico e in Brasile, le commemorazioni prevedono rappresentazioni teatrali della Passione di Cristo il Venerdì Santo.

A Roma, fin dal Medioevo si svolge la processione del Venerdì Santo con interpretazioni dei testi del Nuovo Testamento, dalla Natività alla vita di Cristo, fino alla sua crocifissione.

A Firenze c’è lo Scoppio del Carro, la sfilata di un’enorme carrozza decorata guidata da buoi bianchi che percorre le strade del centro fino al duomo, dove verrà celebrata la Messa di Pasqua. Dopo il rito c’è una sfilata in abiti medievali.

La riproduzione di scene della vita di Gesù Cristo è tra le più note commemorazioni religiose anche in Andalusia (Spagna). La più famosa è quella di Siviglia, città nota come la culla della Settimana Santa, dove centinaia di famiglie si riuniscono per vedere le oltre 50 confraternite religiose che sfilano per le strade rappresentando la crocifissione.

Le processioni che attraversano la città iniziano il Giovedì Santo. Il percorso è ornato con candele e statue barocche che illustrano la storia della Pasqua, e fedeli di tutte le età indossano cappucci, portano torce e trasportano altari con le immagini dei patroni delle chiese della città fino alla cattedrale.

SEVILLA; SEVILLE; HOLY WEEK; SEMANA SANTA
Sandra Vallalauere|Flickr|CC By 2.0

7. Preparare e degustare piatti tipici

In praticamente tutti i luoghi in cui viene commemorata, la Pasqua è celebrata con la preparazione di piatti tipici, fedelmente riprodotti in base a ricette che si tramandano di generazione in generazione.

In Polonia, le famiglie in genere preparano torte di Pasqua come il “mazurek” e la “babka”, e un suggerimento curioso accompagna i consigli su come prepararli: chi cucina non può permettere che il padrone di casa prepari la ricetta. Secondo la tradizione, se il padrone di casa mette le mani nella pasta, i suoi baffi diventeranno cenere e la pasta andrà a male.

Pani e dolci pasquali sono una tradizione anche in Bulgaria, dove vengono preparati i “kolach” ou “kozunak”. Preparati dopo la Messa del Giovedì Santo e decorati con uova rosse, i pani vengono custoditi per la benedizione del sabato mattina, quando si svolge una serie di liturgie.

Dopo essere stati benedetti, i pani vengono offerti ad amici e familiari per essere gustati come dolce nel pranzo della domenica di Pasqua.

In Europa, un’altra abitudine comune tra le famiglie durante le feste è visitare le Fiere di Pasqua, con stand colorati che ornano le piazze di grandi città e capitali come Parigi, Francoforte, Vienna, Praga e Varsavia. Oltre ai cibi tipici, nelle fiere si trovano anche artigianato e vari prodotti ispirati alla Pasqua.

MAZUREK WIELKANOCNY ORE
fot. Magdalena Rączka
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni