Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il tradimento? Il nostro cuore potrebbe non reggerlo!

Condividi

A volte ripetiamo i nostri tradimenti per una dose di sesso, di alcol, di successo, di trofei, di applausi, di vana gloria, di giudizi.

di Chiara Amirante

Un giorno una persona mi raccontava che era stata tradita. Mentre tentavo di accogliere la disperazione del suo cuore in frantumi, questa valanga di dolore che lei mi confidava e che sempre più profondamente raggiungeva, dilaniava e trafiggeva anche il mio cuore, ho avuto la sensazione che il tradimento è un particolare tipo di dolore, talmente lancinante che il cuore potrebbe davvero arrivare a non reggerlo.

Ho poi pensato anche al cuore di Gesù, continuamente trafitto dai nostri tradimenti! E mi sono chiesta: ma cosa mai sarà stato il dolore di Gesù nel sapere che, mentre stava celebrando la sua Pasqua, proprio i suoi discepoli di lì a poco lo avrebbero tradito?

Il Signore sta per salire al Padre, sa che lo attende una passione dolorosa terribile e che proprio i “suoi amici”, coloro che aveva amato con tutto se stesso, lo tradiranno.

Gesù che fa? Si perde nei rimproveri? No!

Ci sembra impossibile, eppure la verità è che troppe volte anche noi siamo come Giuda o come Pietro perché, chiudendo il nostro cuore all’amore di Dio, non accogliendo il Signore che nell’Eucaristia si dona a noi completamente, non solo consegniamo Gesù, che è in noi, alla morte, ma ripetiamo i nostri tradimenti a volte per una dose di sesso, di alcol, di successo, di trofei, di applausi, di vana gloria, di giudizi. Tante volte possiamo anche aprire un varco nel nostro cuore a Satana, “venderci l’anima”… per trenta denari, magari senza neanche averne piena consapevolezza.

Questa incredibile realtà dell’Amore non amato fa da sfondo alla totale consegna di Colui che, avendoci amato, decide di amarci sino alla fine.

L’Amore continua ad amare tutti, senza misura, pur sapendo che Giuda e Pietro lo tradiranno e presto, nell’ora del Calvario, anche gli altri discepoli lo abbandoneranno. Gesù continua ad amare perché solo l’Amore salva.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CREDERE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.