Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Non riuscite a smettere di mangiare dolci? La Bibbia ha ottimi consigli per voi!

SKITTLES,CANDY,TABLE
Condividi
Se amate i dolci, sapete bene quanto sia difficile smorzare il desiderio di zuccheri. Potreste voler ridurre la quantità di dolci o cioccolata per motivi di salute, o forse state cercando di desistere completamente durante la Quaresima (siete già a più di metà del cammino!). Indipendetemente dalla ragione, può essere estremamente difficile, soprattutto di fronte alla vasta offerta di tentazioni golose.

Forse pensate che la Bibbia non possa aver nulla da dire al riguardo, e invece è così, perché la Parola di Dio ci invita sempre a guardare in modo più approfondito alle tentazioni quotidiane che ci troviamo a dover affrontare. Nelle Scritture, soprattutto nelle Lettere ai Corinzi, ci sono vari passi in cui ci viene ricordato che rinunciare ad alcune delle nostre cose preferite può servire a molti propositi.

In primo luogo, ci viene detto che dobbiamo rispettare il nostro corpo e trattarlo bene:

Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? (1 Corinzi 6,19).

Le Scritture ci ricordano anche che se guardiamo a Dio per rafforzare la nostra forza di volontà, questo ci dà la possibilità di crescere nella nostra fede in Lui e di permettere che ci dimostri il Suo potere di fronte alle nostre debolezze:

Ed egli mi ha detto: «La mia grazia ti basta, perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza». Perciò molto volentieri mi vanterò piuttosto delle mie debolezze, affinché la potenza di Cristo riposi su di me. Per questo mi compiaccio in debolezze, in ingiurie, in necessità, in persecuzioni, in angustie per amor di Cristo; perché, quando sono debole, allora sono forte (2 Corinzi 12, 9-10).

Decidendo di resistere alle cose per noi più facilmente accessibili, poi, proviamo a noi stessi di essere in grado di prendere le decisioni giuste. Ogni volta che diciamo “No” a un dolcetto, stiamo
dicendo “Sì” a un cammino migliore.

Mantenete quindi la buona abitudine, e se avete bisogno di un po’ di aiuto nella vostra lotta contro lo zucchero seguite questo consiglio di San Paolo:

Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere. State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia; mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace; prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio (Efesini 6, 13-17).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.