Aleteia
martedì 20 Ottobre |
San Paolo della Croce
Storie

Come raccontare ai figli che la loro mamma è andata ad abitare con Dio?

SAD,LITTLE,BOY

Shutterstock

Aleteia Brasil - pubblicato il 10/04/19

Non siamo mai preparati alla morte, anche se è una certezza (e un mistero). Soffriamo quando visita la nostra famiglia, perché il lutto è una fase difficile per tutti, e ancor più per i bambini, che dal giorno alla notte devono convivere con l’assenza e la nostalgia di una persona cara.

Tra tante difficoltà, c’è un compito ancor più doloroso: dare ai propri figli la notizia della morte della mamma o del papà.

Un padre che ha affrontato questa situazione terribile ha condiviso la sua esperienza su Internet.

Il pubblicitario Ton Kohler, di 39 anni, ha perso la moglie nel 2018. Si stava allenando in una palestra quando ha subìto un blocco cardiaco fulminante, ed è morta lasciando due figli: Pedro, di tre anni, e Mariana, di uno.

La sua morte improvvisa ha lasciato Ton in stato di shock, ma l’uomo ha deciso di trasformare il dolore in qualcosa che potesse aiutare le persone. Ha quindi creato il canale Pai em Dobrosu Youtube, in cui condivide le sfide di allevare i figli senza la mamma.

In uno di video, il pubblicitario racconta uno dei grandi ostacoli che ha affrontato dopo la morte della moglie: raccontare al figlio che la mamma non sarebbe tornata più.

Ton ha deciso di portare i bambini al parco per dar loro la notizia: “Mamma è andata ad abitare con il Papà del Cielo, è diventata una stellina”.

Ma poi è venuta la parte difficile. Il bambino ha iniziato a piangere e a mettere in discussione i progetti di Dio: “Perché il Papà del Cielo ha fatto questo a mamma? Mamma deve rimanere qui con noi…”

Il padre gli ha dato una risposta brillante: “Il Papà del Cielo sceglie persone speciali per farle abitare con lui (…). Se la mamma potesse scegliere, starebbe anche lei qui con te”.

Dopo di questo, Ton ha raccontato al figlio il significato della morte. Ecco il video in cui spiega come lo ha fatto:

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni