Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconFor Her
line break icon

Giuseppe l’ateo: “Sai, ieri ho detto un’Ave Maria per tua figlia”

MAN LOOKING SKY

unsplash-logoJeremy Perkins

Chiara Bertoglio - pubblicato il 08/04/19

C. è una donna meravigliosa, fa la cuoca volontaria in una comunità per malati di AIDS agli arresti domiciliari. Giuseppe non è pentito e non crede in Dio. Ma quando è morta la figlia di C. qualcosa è cambiato.

C. (iniziale del nome, NdR) è una donna meravigliosa, una donna che vive per Dio e per gli altri, nella realtà della sua famiglia, della parrocchia, del volontariato. Fra l’altro, è cuoca (volontaria) in una comunità per malati di AIDS,molti dei quali vi si trovano agli arresti domiciliari. Uno di loro, che chiamerò Giuseppe, è lì da anni ed anni; sta scontando una pena per l’uccisione di due carabinieri. Di per sé, mi raccontava C., non è per nulla pentito. Lo rifarebbe volentieri, dice sempre.


RAGAZZO, SBARRE, TRISTE

Leggi anche:
Jack è uscito dalla sua gabbia di rabbia e la carezza di Dio ha cambiato il suo volto

Non crede in Dio, non prega e non sa pregare.
Però, due anni fa è morta la figlia di C.
E Giuseppe le si è avvicinato, timidamente, farfugliando: “Sai, C., ieri ho detto un’Ave Maria per tua figlia”.
Ogni volta che C. va a cucinare in questa comunità, Giuseppe si accosta alla porta della cucina, il cui ingresso è vietato agli ospiti. Si affaccia, e le porge sempre un bicchiere d’acqua.

Chiunque avrà dato anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno dei miei discepoli, in quanto mio discepolo, in verità vi dico, non perderà la sua ricompensa.

Giuseppe l’ateo non lo sa. Ma lo fa.

man, water,
Shutterstock

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CHIARA BERTOGLIO

Tags:
aidsateoave maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni