Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconFor Her
line break icon

Giovanni Soldini, una moglie e quattro figli: faccio il padre e non il mammo

GIOVANNI, SOLDINI. MASERATI

Giovanni Soldini | Youtube

Annalisa Teggi - pubblicato il 08/04/19

Mentre la carriera velistica gli consegnava grandi medaglie e soddisfazioni, Giovanni Soldini era anche marito e padre. Da marinaio che costruisce, da manutentore che naviga come ha guardato i propri figli e la propria compagna di viaggio?




Leggi anche:
Figli: e se il problema fosse che togliamo loro tutti i problemi?

Il padre è l’uomo delle esperienze

Sul suo canale Youtube scorrono le immagini di una carriera in mare aperto, ma oggi, a 53 anni, Soldini vive a Sarzana con sua moglie Benedetta e quattro figli Martina (22 anni), Gerolamo (19), Alice (15), Leo (11). Insieme al giornalista del Corriere che lo ha intervistato fa il punto sulla propria vita adulta in cui la passione per il mare per molto tempo ha riempito completamente l’orizzonte. Del suo rapporto con la moglie emerge un quadro meno straordinario di quel si immaginerebbe, vale a dire sbilanciato ma senza una prevaricazione egoistica:

Una santa no, ma una donna tosta si. Non è facile una vita in coppia, con gli Oceani di mezzo, è vero, ma mi pare che non lo sia per chiunque. E’ complicato per tutti. Lei ogni tanto mi racconta che la moglie del nostro pescivendolo le dice sempre “beata, almeno suo marito ogni tanto è lontano, il mio non va neppure allo stadio”. Certo che quando torno e lei ha già risolto tutti i problemi e a me sembra di non contare un tubo. (Corriere)

In un’intervista precedente si era lasciato andare a usare anche il termine “santa”, con l’accezione evidentemente realistica di chi ha a cuore ciò che fa anche se non è un ruolo apparentemente nascosto:

E infatti mia moglie è una santa. A mio figlio di 9 anni ho regalato una sveglia e gli ho detto: «Adesso ti vesti e vai a scuola. Qua c’è la bici, arrangiati». Invece giustamente lei va a controllare che la bici sia davanti alla scuola. (da Elle)




Leggi anche:
Quando il padre guarda con amore la madre, il figlio ha una prova del suo valore

Al di là dell’eccezionalità del personaggio, la sua voce parla di una quotidianità in cui molti si riconoscono. Marito e moglie non sono metà identiche e separate, sono un’impresa che condivide la meta di un viaggio comune. La voce di ciascuno è diversa, i compiti a cui dedicarsi possono avere peso diverso, se il senso della fatica è condiviso: è quasi sempre così, in famiglia non c’è mai un momento in cui la fatica o la felicità si suddividono equamente sulle spalle dei coniugi. Quando si cade nella trappola dei ricatti e delle liste “io ho fatto – tu non hai fatto” il problema non è l’uguaglianza dei diritti, ma un’incrinatura profonda sullo scopo per cui si è assieme. Se lo scopo è amato e chiaro, il marinaio può stare una settimana a fare il cuoco e il capitano può cedere il timone.

E la truppa a bordo, cosa dice? I figli hanno bisogno di un padre e non di un mammo, dichiara risoluto Soldini:

Non sono un padre normale, me lo dice sempre mia figlia. Però do loro fiducia, sempre. Cerco di insegnarli a seguirsi a tutti i costi. Oggi avvolgiamo troppo i ragazzi, devono imparare a cavarsela da soli. Sono il teorico del fatto che la missione del genitore sia rendere i figli indipendenti prima possibile, faccio il padre, e non il mammo. La differenza? Il padre è quello che ti fa fare le esperienze, il mammo quello che ti protegge e ti avvolge nella bambagia. (da Corriere)


DIANA, KIM, FATHER

Leggi anche:
Documentava il dramma dei senzatetto, tra loro ha ritrovato suo padre

Se incontrassi di persona Soldini, su questo tema lo incalzerei. Sarà che nella mia comunissima famiglia questo pungolo mi preme sempre forte; mio marito è spesso lontano per lavoro, molti criticano questa sua distanza come fosse un padre distratto o manchevole. Difendo invece a spada tratta questi padri capaci di autorevolezza anche se non riescono a essere onnipresenti. Ed è vero che un padre educa anche attraverso la sua distanza, quando è solo geografica ma non affettiva. Un padre educa i figli suggerendo loro un viaggio, in cui – di necessità – non si sarà mai appicciati gli uni agli altri. La spinta nel regno delle avventure, anche senza troppi paracaduti, nella nostra famiglia viene dalla voce maschile, come in quella di Soldini. Si dirà che sono stereotipi? E’ violenza di genere attribuire al materno l’elemento prevalente dell’accudimento, piuttosto che dell’esplorazione? Non credo.

Nella letteratura di mare il “porto” e la “nave” non sono vissuti come stereopiti superati. La nave non svilisce il porto, e il porto non si sente insultato dalla nave. Abbiamo bisogno della mano che abbraccia e di quella che spinge. Una mano unica, polticamente corretta, sessualmente neutra e perfettamente bilanciata nel trattenere e spintonare sarebbe un non senso. Fuor di metafora, concordo col signor Soldini sul fatto che possiamo rinunciare senza rimpianti alla figura ibrida del mammo.

  • 1
  • 2
Tags:
famigliamarepadre
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni