Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Un altro santo delle cause impossibili, che in vita ha realizzato centinaia di miracoli

Saint Vincent FERRER
Condividi

Ardente predicatore e frate diligente, ovunque andasse i malati e i morenti guarivano

Oggi, 5 aprile, è il 600° anniversario della morte del frate domenicano San Vincenzo Ferrer, e la sua festa. È un santo domenicano poco noto – o almeno lo era per me fino a quando sono entrato nell’Ordine domenicano. Nella Chiesa universale, altre figure come quelle di Tommaso d’Aquino, Alberto Magno, Caterina da Siena e Martín de Porres sono indubbiamente più familiari.

Ma chi era quest’uomo?

È chiamato “il taumaturgo”. La parola greca thaumaturgus (θαυματουργός) significa operatore di miracoli. San Vincenzo Ferrer appare spesso tra santi come l’apostolo Giuda, Filomena e Rita da Cascia, noti come intercessori nei casi difficili, veri operatori di meraviglie.

Quanti miracoli ha realizzato Vincenzo Ferrer nel corso della sua vita? L’Acta Sanctorum, un testo enciclopedico del XVII secolo redatto da un team di Gesuiti, ne registra 873. Questi stessi studiosi affermano che liberò 70 persone dalla possessione demoniaca. In un’altra fonte, Sant’Antonino (arcivescovo domenicano di Firenze) sostiene che abbia risuscitato 28 persone dai morti.

Qualunque sia il numero dei miracoli che ha realizzato, ovunque Vincenzo Ferrer andasse i malati e i morenti accorrevano da lui e venivano guariti.

Il santo stesso beneficiò di una cura straordinaria. Debole per le estreme penitenze e stremato dal suo ministero di predicatore, il 3 ottobre 1398 era sul letto di morte. Quel giorno gli apparvero San Domenico e San Francesco, che si inginocchiarono e pregarono al suo capezzale. Poi apparve il Signore Gesù, che stese la mano e toccò Vincenzo. Al tocco della Mano Divina recuperò la salute, e avendo ricevuto una missione divina portò avanti la sua predicazione.

Teologo papale

Vincent Ferrer visse per un certo periodo alla corte papale di Avignone. Per uno scherzo della Provvidenza, il cardinale Pietro de Luna, che lo aveva ordinato sacerdote, era diventato l’antipapa Benedetto XIII.

Era un’epoca caratterizzata da imperi cristiani cadenti: sia l’Impero d’Occidente che quello d’Oriente stavano infatto crollando. Italia, Spagna, Francia e Inghilterra vivevano grandi turbolenze politiche, e perfino la Chiesa era lacerata. “E in tutto questo caos, con la putredine della carne che copriva quella dell’anima, c’erano due Papi, nessuno dei quali certo e in lotta l’uno con l’altro, a guidare la barca di Pietro. Dove stava andando il mondo? Verso l’annientamento” (Henri Gheon, Vita di San Vincenzo Ferrer).

Con la chiarezza di un angelo, Ferrer vide la malattia del peccato che stava consumando le anime e vi si ribellò.

Dopo aver sostenuto l’antipapa Benedetto XIII per molti anni, cercando di persuaderlo gentilmente ad abdicare, alla fine Vincenzo Ferrer venne costretto a concludere che Benedetto non aveva rivendicazioni legittime sul papato. Salendo sul pulpito durante il Concilio di Perpignan, denunciò l’antipapa. Alla fine lo Scisma d’Occidente si sarebbe concluso a Costanza (senza la presenza del santo) con l’elezione di papa Martino V.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.