Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quei santi burloni che hanno saputo coniugare spirito e Spirito

PIER GIORGIO FRASSATI
Condividi

Aleteia vi propone di scoprire le figure di alcuni santi che hanno saputo mescolare un istinto certo per lo humour e il sorriso con una intensa vita spirituale

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

«Dio è humour», si dice talvolta (e non senza malizia). Particolarmente esaltato in certi giorni dell’anno, lo humour permette – quando si accompagna alla gentilezza – di non prendersi troppo sul serio, nonché di dare sale alla vita quotidiana. «Se non si ha senso dello humour è molto difficile essere felici; bisogna sapersi prendere non troppo sul serio», ha spiegato Papa Francesco nel libro-intervista Dio è giovane.

«Un santo triste è un triste santo»

«Lo humour è come un’acqua effervescente naturale; c’è qualcosa in più, si percepisce la vita, il movimento», aggiungeva il Papa. Lo scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton la diceva invece così: «La vita è un affare troppo serio perché lo si viva seriamente». «Un santo triste è un triste santo», avrebbe detto da parte sua san Francesco di Sales. Aleteia vi propone di scoprire alcuni santi che hanno tenuto a braccetto santità e senso dello humour.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni