Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStorie
line break icon

Da poliziotto a sacerdote: proteggere e curare

JOSE PEDRAZA

Gentileza

Esteban Pittaro - pubblicato il 04/04/19

La curiosa storia di José Pedraza

José Pedraza non rinnega il suo passato nella Polizia. Questo diacono ordinato di recente della diocesi di Nueve de Julio, in Argentina, ha sentito però che Dio gli chiedeva qualcosa di più, un’idea che aleggiava fin da quando era adolescente e frequentava gli scout.

Prima José voleva studiare cucina o geografia, poi ha finito per entrare nella Polizia di Buenos Aires e ha lavorato tre anni nella località di Pehuajó, a 60 chilometri dalla sua città natale, Henderson, nella zona rurale che circonda la capitale argentina.

Lì ha servito nel Gruppo di Sostegno Dipartimentale, e si occupava di ispezioni delle carceri o della protezione di personaggi che visitavano la città, come ha ricordato a Radio Maria.




Leggi anche:
Il poliziotto che fa giustizia col perdono

In quegli anni, Juan è stato invitato da un amico a un ritiro, a cui ha assistito in uniforme, e ha sentito la chiamata che oggi ricorda come quella di San Paolo. Ha sentito che Cristo era con lui.

Aveva provato qualcosa di simile già a 16 anni, e quindi nel 2010 ha lasciato la Polizia e l’anno successivo è entrato nel seminario di Mercedes, dove si formano i futuri sacerdoti della diocesi di Nueve de Julio.

Juan crede che i suoi anni nella Polizia siano stati un dono di Dio come parte della sua storia di salvezza, come ha confessato alla radio locale Cadena Nueve: “La Polizia mi ha insegnato molte cose: impegno, responsabilità, lavorare in strada, stare a contatto con la gente, quello che si chiama lavoro di strada. Mi ha insegnato molto, la apprezzo davvero. Non me ne sono andato perché non mi piaceva più, anzi, le sono molto grato. Dio, però, mi ha chiamato per una vocazione speciale, diversa, che mi rende più pieno”.

JOSE PEDRAZA
Gentileza

Il vescovo di Nueve de Julio, Ariel Torrado Mosconi, durante la cerimonia di ordinazione ha sottolineato che la sua esperienza in Polizia potrebbe essere integrata nel suo nuovo servizio sacerdotale: “La tua dedizione al servizio dei cittadini nella Polizia, la partecipazione ai gruppi scout, lo spirito di servizio negli anni di seminario, il tuo spirito fraterno con i compagni al centro vocazionale Cardinal Pironio e la tua dedizione all’Hogar de Cristo mostrano dei doni, delle disposizioni e delle capacità che non verranno dimenticate, e che potresti integrare per rendere più ricco e fecondo il tuo servizio in molti sensi”.


OFFICER YAP

Leggi anche:
Un poliziotto salva la vita di tre donne: è stata la Vergine Maria

“Sembra incomprensibile, ma in sostanza entrambe le figure si prendono cura del prossimo. La funzione del poliziotto è quella di proteggere il cittadino e la comunità, quella del sacerdote è curare e vegliare sui fedeli e sui più deboli”, ha detto José, che spera di poter lavorare con la Polizia anche nella sua nuova missione sacerdotale: “So cosa vivono i poliziotti e ho gli stessi codici. Vorrei avvicinarmi con uno sguardo consolatore e conciliatore. Uno sguardo di fede e una visione trascendente aiuterebbero molto in Polizia”.

Se Dio vorrà, alla fine dell’anno il diacono José sarà ordinato sacerdote dell’immensa diocesi di Nueve de Julio, prevalentemente rurale e che copre un territorio di 57.000 chilometri quadrati, più esteso di Paesi come Svizzera, Croazia o Costa Rica.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
argentinapoliziottosacerdote
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni