Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I poteri del “santone di Corcolle”: guarisco le persone per intercessione di Gesù

False healer, Jesus
Carmelo, il "santone di Corcolle"
Condividi

Un uomo di una frazione alla periferia di Roma ha formato una vera e propria setta. La Chiesa ne ha preso le distanze. Ma lui ribadisce di essere espressione di Dio sulla terra. "Tutte le malattie sono causate da Satana". E cita come tali omosessualità e sindrome di down

A Corcolle, nei pressi di Roma, c’è un signore che guarisce con l’acqua, gli esorcismi e le preghiere. Si chiama Carmelo e afferma di essere un uomo di Gesù e di curare i mali delle persone. La vicenda sta facendo discutere, anche perché per molti sembrerebbe trattarsi del solito santone ciarlatano, mentre altri credono realmente nei miracoli di Carmelo, che va sottolineato, non chiede mai un euro in cambio della sua guarigione e della sua preghiera.

“Non ho bisogno di soldi”

Il programma di Rai1 Storie Italiane (12 febbraio) ha intervistato per la prima volta il presunto guaritore, che ha affermato: «Ho lavorato come pittore e artista, non sono un lestofante, prendo una bella pensione, i soldi mi avanzano e non ho bisogno di quelli delle persone. Io non me ne approfitto di loro, sono altri che lo stanno facendo. Quando mi chiedono “Quanto ti devo dare?”, mi fa schifo – prosegue Carmelo – i soldi non li ho mai accettati e mai li accetterò, non ne ho bisogno» (Il Sussidiario, 28 febbraio).

Tumori, malattie dei bambini, sterilità

Carmelo ha creato un gruppo di preghiera, formato da persone che partecipano ai suoi riti. Lui crede davvero alle possessioni del demonio, ma spesso ha idee assolutamente fuorvianti e pericolose.

Come quella sull’omosessualità, che per lui è una malattia, messa nel corpo dell’uomo da Satana. Carmelo dice anche di aver curato dei tumori, anche su bambini, oltre che sterilità in più donne.

«Sono stato scelto per liberare le anime dal male», dice l’uomo non sapendo di essere ripreso dalle telecamere de Le Iene (24 febbraio). E quando la Iena Nina Palmieri si è presentata da lui per parlargli, ha detto: «Satana si è messo nel grembo delle donne e faceva nascere le malattie, come per esempio la sindrome di Down».

Il male Carmelo riesce sempre a trovartelo, e allora ti devi purificare con una doccia che, a casa sua, rilascia acqua benedetta, ricavata da un pozzo profondo, a detta sua, 115 metri, la cui esistenza gli sarebbe stata indicata da Gesù.

“Io parlo con le anime”

Di recente Carmelo è stato intervistato anche da Barbara d’Urso nella trasmissione Pomeriggio 5 (26 marzo) per provare a convincere il pubblico di quanto le sue guarigioni siano vere e “illuminate” dalla parola di Gesù. «Io parlo con le anime, che ne volete sapere voi», con la D’Urso che però subito lo ha incalzato: «Nel momento in cui ho capito che tu illudi le persone che potrebbero essere malate, allora io mi incazzo, caro Carmelo».

I seguaci e la posizione del vescovo di Tivoli

Erano collegati con la trasmissione anche alcuni seguaci che sostengono di aver ricevuto benefici e guarigioni da Carmelo, nonostante le denunce e le minacce di scomunica del vescovo di Tivoli ai danni del sedicente “Santone di Corcolle”: «Perchè Gesù ha scelto me per guarire le persone? A me non mi ha scelto nessuno, io non guarisco nessuno, è Gesù che combatte insieme a me le forze del male e il fanatismo nel mondo», ha attaccato ancora Carmelo.

In un’altra puntata, una ex seguace ha raccontato a Pomeriggio 5 come avvenivano i gruppi di preghiera gestiti da Carmelo: «Nel primo periodo di liberazione dal male lui mi diceva che non potevo fare niente. Non potevo andare allo stadio, non potevo vedere le mie amiche. Mi diceva che potevo chiamare solo persone che erano all’interno del gruppo». Tutto questo perché secondo Carmelo, al di fuori del suo gruppo, c’è un mondo infarcito del male di Satana che contamina ogni persona (Il Sussidiario, 26 marzo).

https://www.youtube.com/watch?v=RM2FAEGDDsM

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.