Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Papa Francesco: nessuna altra famiglia può sostituire quella formata da uomo e donna

POPE FRANCIS AUDIENCE
Antoine Mekary | ALETEIA | I.Media
Condividi

Lo ribadisce a Loreto. Stoccata contro le "molteplici colonizzazioni ideologiche". "I giovani sono ciò che ha dato loro la famiglia nel periodo della crescita". Il 2 aprile sarà diffusa la sua nuova esortazione apostolica "Cristo vive"

Da Loreto Papa Francesco parla della famiglia «fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna» che «assume un’importanza e una missione essenziali» nella «delicata situazione del mondo odierno».

«È necessario – dice – riscoprire il disegno tracciato da Dio per la famiglia, per ribadirne la grandezza e l’insostituibilità a servizio della vita e della società». E a proposito delle malattie che feriscono le famiglie, ricordando che «i malati devono essere accolti dentro la famiglia», chiede a braccio: «Per favore non cadiamo nella cultura dello scarto che viene proposta da molteplici colonizzazioni ideologiche».

Emblematica anche questa frase del discorso di Bergoglio: «I giovani sono ciò che ha dato loro la famiglia nel periodo della crescita».

La casa di Gesù

POPE FRANCIS LORETO
TIZIANA FABI / AFP

Francesco ha trascorso la giornata del 25 marzo a Loreto, nella basilica della Santa Casa, uno dei luoghi di culto mariano tra i più visitati nel mondo: si dice che nel 1291, quando i crociati furono espulsi definitivamente dalla Palestina, le pareti in muratura che sarebbero quelle entro le quali abitò Maria a Nazaret furono trasportate “per ministero angelico” prima in Illiria (a Tersatto, nell’odierna Croazia) e poi nel territorio di Loreto (10 dicembre 1294) (La Repubblica, 25 marzo).

“Cristo vive”: la nuova Esortazione Apostolica

A Loreto tanti giovani arrivano ogni anno a pregare per ricevere indicazioni sulla propria vocazione. «Per questo – spiega ancora Francesco – ho voluto firmare qui l’Esortazione apostolica frutto del Sinodo dedicato ai giovani. S’intitola “Christus vivit – Cristo vive». Un testo che segue quanto emerso al Sinodo dello scorso ottobre, in particolare con i suoi tre momenti dedicati all’ascolto della Parola-progetto di Dio, al discernimento, alla decisione: sarà divulgato il prossimo 2 aprile.

Confessioni anche di notte

Loreto è per il Papa «un luogo privilegiato dove i giovani possono venire alla ricerca della propria vocazione». Per questo chiede ai frati cappuccini «il servizio di estendere l’orario di apertura della Basilica e della Santa Casa durante la tarda serata e l’inizio della notte quando ci sono gruppi di giovani che vengono a pregare e a discernere la loro vocazione».

Al termine delle celebrazioni religiose, in mezzo alla gente in festa il Papa si è reso protagonista di un siparietto, afferrando al volo una maglia lanciata da un bambino mentre Francesco passava con la papamobile.

“Un evento inusuale”

«Davvero, si può dire – ha commentato il Direttore ad interim della Sala Stampa vaticana Alessandro Gisotti – che è stata una visita breve per il tempo che Papa Francesco è stato qui, ma allo stesso tempo è stata intensa ed è riuscita a toccare i cuori e anche diverse dimensioni: i giovani, la famiglia e i malati. Ovviamente è una visita che – giustamente – è stata definita storica, innanzi tutto per la firma dell’Esortazione Apostolica post-sinodale giovani “Christus vivit!”. È un evento inusuale. Il Papa l’ha voluta firmare qui affidando questo documento ai giovani alla Vergine Maria».

L’ultima volta con Pio IX

«Poi – prosegue Gisotti – come gli storici hanno notato sono passati 162 anni – quindi addirittura dai tempi di Pio IX, l’Italia non era ancora unita – da quando per l’ultima volta un Pontefice aveva celebrato una Messa dentro la Santa Casa di Loreto. Poi la festa di popolo, l’accoglienza della gente, dei pellegrini di Loreto, i giovani, le famiglie e i malati; lì abbiamo visto veramente Papa Francesco toccato da questo incontro con i malati – tanti malati – nella Basilica».

https://www.youtube.com/watch?v=bQd-HfMOwG4

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.