Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Novena a Nostra Signora dell’Annunciazione

THE ANNUNCIATION OF THE DEATH
Public Domain
Condividi

Questa preghiera ci aiuta a entrare nello spirito di obbedienza che permea l'Annunciazione

La Chiesa cattolica celebra ogni anno la festa dell’Annunciazione il 25 marzo, giorno che commemora l’incarnazione di Gesù Cristo nel grembo della Vergine Maria, esattamente nove mesi prima di celebrare la sua nascita a Natale.

È un giorno permeato da uno “spirito di obbedienza”, perché la Vergine Maria si è sottoposta liberamente alla volontà di Dio e ha permesso che il Messia dimorasse in lei. È un grande mistero, che dovrebbe ispirarci a permettere alla volontà di Dio di conformare tutto ciò che facciamo.

Come aiuto per prepararci a questa festa, ecco una novena popolare a Nostra Signora dell’Annunciazione, recitata in genere nei giorni che precedono il 25 marzo (anche se potrebbe essere recitata anche dopo questa festa o in qualsiasi altro momento dell’anno).

La preghiera chiede l’intercessione celeste della Vergine Maria, presentandole le nostre necessità e le nostre richieste.

Ave, Vergine beata, Madre di Dio, Trono di Grazia, miracolo del Potere Onnipotente! Ave, Santuario della Santissima Trinità e Regina dell’Universo, Madre di Misericordia e rifugio dei peccatori!

Amabilissima Madre, attirato dalla tua bellezza e dolcezza, e dalla tua tenera compassione, mi rivolgo con fiducia a te, nella mia miseria, e ti supplico di ottenere per me dal tuo amato Figlio la grazia che chiedo in questa novena (menzionare la richiesta).

Regina del Paradiso, ottienimi anche la più sentita contrizione per i miei tanti peccati e la grazia di imitare le virtù che hai praticato in modo così fedele, soprattutto l’umiltà, la purezza e l’obbedienza. Ti supplico soprattutto di essere mia Madre e Protettrice, di accogliermi nel novero dei tuoi figli devoti e di guidarmi dal tuo alto trono di gloria.

Non respingere le mie richieste, Madre di Misericordia! Abbi pietà di me, e non abbandonarmi in vita o al momento della mia morte. Amen.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni