Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconFor Her
line break icon

La dottoressa dei poveri di San Pietro: una vita accanto ai più vulnerabili per amore di Dio

Lucia Ercoli,

Youtube/Canale TV2000it

Silvia Lucchetti - pubblicato il 20/03/19

Una vocazione nata negli anni 90

Una vocazione quella di Lucia e suo marito nata negli anni 90 quando facevano servizio notturno di volontariato con la Caritas e cresciuta poi con i viaggi durante la guerra nei Balcani insieme a don Armando Nardini, loro parroco a San Giovanni Battista de’ Rossi:

«Andavamo sia dai cristiani che dai musulmani. Lì ci hanno parlato di un orfanotrofio in Bielorussia in condizioni criticissime. Siamo andati e da quel momento abbiamo spostato la nostra attenzione sui bambini vulnerabili, che è poi continuata con “Medicina solidale”. Negli ambulatori dislocati nelle periferie di Roma, infatti, vengono soprattutto donne e bambini».

«Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me»

Lucia Ercoli incontra ogni giorno uomini e donne che soffrono, che hanno una malattia e ferite di ogni tipo, occupandosi di loro, curandoli, accoglie e onora Cristo. Il mondo vuole eliminare il dolore, ha detto la dottoressa nella già citata intervista a TV2000, ma è proprio lì che incontriamo Dio, la Vita Vera:

Il dolore dell’altro, la fragilità dell’altro richiama anche la nostra e ci scuote da una forma illusoria in cui la società tende a spingerci: va tutto bene, dobbiamo preoccuparci di soddisfare i nostri bisogni, il dolore dobbiamo lasciarlo da parte, fa male. Però questa è una grande illusione, perché il dolore fa parte della vita, è indissolubilmente legato alla vita, e non è detto che poi il dolore sia per la rovina della persona. Forse il dolore è l’unico modo in cui Dio ci viene a scuotere da questo torpore, da questo sonno, e ci porta verso la Vita.

  • 1
  • 2
Tags:
assistenzabambinimedicinepoveri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni